Retrocessione in Bundesliga: l’Hertha BSC resta la prima classe, l’HSV deluso

Stato: 23/05/2022 23:31

L’Hertha BSC rimane in Bundesliga, l’Hamburger SV non è riuscito a scalare ancora una volta. La capitale ha battuto l’HSV 2-0 nella gara di ritorno della retrocessione ad Amburgo con i gol di capitan Dedryck Boyata (4°) e Marvin Plattenhardt (63°). Ciò significa che l’Hamburger SV deve rimanere nella seconda divisione per almeno il quinto anno consecutivo.

Dopo la vittoria per 1-0 all’andata a Berlino cinque giorni fa, l’Hertha ha pressato dall’inizio e si è guadagnato un calcio d’angolo all’inizio. Marvin Plattenhardt trova la testa di Boyata dalla sinistra, che di testa da distanza ravvicinata segna l’1-0 per gli ospiti. A metà del secondo tempo Plattenhardt realizza il punteggio finale con un calcio di punizione (63°).

“Quello che i ragazzi hanno fatto oggi è stato eccezionale”, ha detto il capo dello sport di Berlino Fredi Bobic il sabato 1, “oggi abbiamo agito davvero come una squadra e non abbiamo commesso quasi nessun errore. Abbiamo lavorato insieme, lavorato sodo, c’era passione”. “È come se fossimo diventati dei campioni. Non so nemmeno cosa dire”, ha dichiarato entusiasta il principe Boateng, “Grandi complimenti a tutti. Abbiamo mostrato esattamente ciò di cui avevamo bisogno. Quella era Hertha, come noi sai”. “Sono orgoglioso della mia squadra, sono orgoglioso che gli spettatori siano così emozionati”, ha detto l’allenatore dell’Amburgo Tim Walter al microfono dell’ARD, “da un lato c’è orgoglio, ma dall’altro c’è solo delusione”.

Berlino beneficia dei cambiamenti di Magath

L’allenatore ad interim Felix Magath aveva apportato tre modifiche all’Hertha: il recuperato Santiago Ascacíbar è passato al centrocampo difensivo per Niklas Stark, mentre anche Prince Boateng e Stevan Jovetić sono partiti al posto di Maximilian Mittelstädt e Luca Wollschläger. L’allenatore dell’HSV Tim Walter si è fidato degli undici titolari dell’andata giovedì scorso.

READ
Lewandowski schernisce Choupo-Moting: "La stagione è ancora lunga"

Ma Hertha BSC beneficia dei cambi dall’inizio e, dopo il primo gol di Plattenhardt, Belfodil e Boateng, effettua ulteriori azioni in area. L’Amburgo, però, si riprende solo a fatica dallo shock del gol degli ospiti. I padroni di casa hanno avuto la prima occasione per segnare solo dopo quasi mezz’ora quando Bakery Jatta ha colpito la rete solo su corner corto di Sonny Kittel (26′).

Ma il Berlino controlla il gioco e si fa avanti: Daniel Heuer Fernandes nell’area dell’Amburgo ha dovuto mostrare tutte le sue abilità contro un potente tiro di Lucas Tousart (32esimo), otto minuti dopo Tousart ha tirato sopra la porta dell’Amburgo dopo un ottimo lavoro preliminare di Ishak Belfodil.

Offensiva HSV troppo poco avvincente – Aumenta l’Hertha

Nella seconda metà della partita, il gioco ha preso ritmo. Entrambe le squadre hanno creato scene di goal. Un po’ di fortuna ha avuto il…

Source link