0: 2 contro l’Hertha BSC: l’HSV ha saltato la promozione in Bundesliga | NDR.de – Sport

Stato: 24/05/2022 00:13

L’HSV ha perso la promozione in Bundesliga. Dopo la vittoria per 1-0 nell’andata retrocessione in casa dell’Hertha BSC, l’Amburgo ha perso 2-0 (0-1) contro i berlinesi davanti al pubblico di casa.

von Hanno Bode

Quando l’ultimo disperato attacco dell’HSV lunedì sera è svanito e l’arbitro Deniz Aytekin ha annullato la partita dopo sei minuti di recupero, molte lacrime sono scese nel Volksparkstadion tutto esaurito. L’allenatore Tim Walter, che aveva lui stesso gli occhi vitrei, ha cercato di offrire consolazione in questi momenti difficili per lui e per i suoi giocatori. Il sostituto portiere Tom Mickel, l’anima buona della squadra, e l’attaccante Bakery Jatta hanno pianto sulla panchina dei sostituti quando l’allenatore si è seduto e li ha abbracciati. I tre hanno presentato un quadro di miseria. L’inno non ufficiale degli HSV della band Abschlach!: “Amo moltissimo la mia Amburgo”.

“Fa molto male oggi. E anche domani farà molto male. Ma presto ci sederemo di nuovo e guarderemo avanti”, ha detto il centrocampista Jonas Meffert, che l’anno scorso ha fallito nella retrocessione con l’Holstein Kiel. Il capitano Sebastian Schonlau ha aggiunto in modo autocritico in vista della prestazione mista ad Amburgo: “Non abbiamo fatto ciò che altrimenti ci ha contraddistinto per tutta la stagione oggi”.

galleria di foto

L'allenatore dell'HSV Tim Walter fa un gesto eccitato.  © WITTERS Foto: TimGroothuis

HSV ha davvero preso velocità verso la fine della stagione della seconda divisione, ma probabilmente un po’ troppo tardi. Nella retrocessione, la Lega Anseatica ha perso contro l’Hertha BSC.
galleria di foto

I fan danno conforto a Walter-Elf

Il fatto che i Walter-Elf abbiano ricevuto incoraggianti applausi dai loro tifosi nonostante il sogno infranto della promozione ha testimoniato il riconoscimento per la migliore stagione dell’HSV dalla prima retrocessione quattro anni e undici giorni fa. Con la squadra più giovane della seconda divisione, l’Amburgo è arrivato terzo dopo tre quarti posti. E: a differenza delle prime tre stagioni nella camera bassa di prima divisione, il club tradizionale ora ha una squadra con prospettive. Una squadra con qualità e mentalità.

READ
Svelati i pagamenti delle tangenti di Fernando Alonso

“Sono davvero orgoglioso della mia squadra. Sono orgoglioso di essere l’allenatore qui. E sono orgoglioso che gli spettatori facciano il tifo per questo”, disse Walter al NDR. “Ci alzeremo di nuovo, ma al momento c’è solo il vuoto”, ha detto combattivo il 46enne. Mentre farà un nuovo tentativo nella direzione della classe d’élite con l’Hamburger nel prossimo anno, l’allenatore dell’Hertha e La leggenda dell’HSV Felix Magath dopo la riuscita missione di salvataggio, il suo addio all’autoproclamato “Big City Club”.

Il giocatore dell'HSV Jonas Meffert è deluso.  © WITTERS Foto: TimGroothuis

VIDEO: Voci dell’HSV sulla retrocessione: “Vuoto totale e delusione” (1 min)

HSV nel mezzo uno senza possibilità di segnare

L’HSV non ha disputato la sua partita davanti a 55.000 spettatori nella prima sezione apparizione convincente a Berlino può connettersi. Dopo 45 minuti, i padroni di casa non hanno segnato un gol degno di nota. La scarsa prestazione difensiva ha pesato ancora più pesantemente della loro prestazione offensiva priva di fantasia, caratterizzata da molti pessimi passaggi. Il capitano in visita Dedryck Boyata è stato in grado di colpire di testa un calcio d’angolo di Marvin Plattenhardt in rete quasi indisturbato dopo 240 secondi. L’arbitro Aytekin non ha visto il fatto che il belga avesse portato fuori dal gioco Jonas Meffert con una piccola spintarella come una violazione delle regole.

Heuer Fernandes impedisce un maggiore deficit di break

I berlinesi hanno poi mostrato più presenza nei duelli, messo più volte sotto pressione il portatore di palla dell’HSV e, dopo aver conquistato il pallone, sono stati più veloci nell’azione rispetto ai padroni di casa, che erano un avversario migliore di classe sia da dietro le quinte che dal il primo duello sembrava impressionato. La squadra di Walter ha dovuto ringraziare il portiere Daniel Heuer Fernandes per non essere nemmeno sotto 2-0 all’intervallo. Il 29enne ha parato brillantemente un tiro potente di Lucas Tousart (31′).

READ
Gladbach: Daniel Farke critica la performance underground a Bochum

L'allenatore dell'HSV Tim Walter (s.) conforta il custode Daniel Heuer Fernandes © WITTERS

AUDIO: L’allenatore HSV Walter: “Ci alzeremo di nuovo” (2 min)

HSV meglio dopo la pausa, ma comunque innocuo

L’HSV è uscito dallo spogliatoio con un linguaggio del corpo diverso, ora sembrava più determinato e si è assicurato il primo punto esclamativo offensivo dopo l’intervallo con un tiro dalla distanza di Moritz Heyer, che Oliver Christensen ha bloccato (49′). Il portiere del Berlino, che si dice sia stato nella lista dei desideri dell’Amburgo la scorsa estate, all’inizio non ha avuto molto altro da fare.

Sebbene la Lega Anseatica si sia sforzata molto, non ha sviluppato alcun potere di penetrazione in attacco. Dopotutto, la difensiva ora lasciava un’impressione un po’ più stabile. Dal gioco, Hertha non era affatto pericoloso. Ma un’altra palla morta poi ha segnato il 2-0. Plattenhardt cerchiato…

Source link