Crollo dell’Afghanistan: come nel Medioevo

Buongiorno, cari lettori,

Per Khatereh Ahmadi e Sonia Niazi, la domenica non è stata una giornata come le altre. I due conduttori di notizie di Tolo News dovevano avere il loro cambiare guardaroba. Questo potrebbe non essere insolito per le persone in TV di per sé. Ma non si trattava del colore dei blazer o delle scarpe: Entrambe le donne sono apparse completamente velate davanti alle telecamere. Si poteva vedere solo una stretta sezione degli occhi e la fronte di entrambe le donne.

Sonia Niazi e Khatereh Ahmadi: Le due presentatrici afghane devono coprirsi il volto.
Sonia Niazi e Khatereh Ahmadi: Le due presentatrici afghane devono coprirsi il volto. (Fonte: immagini Ali Khara/Reuters)

Afghanistan, ricordi? Questo è il paese il cui ordine già traballante è crollato in un brevissimo lasso di tempo la scorsa estate, cosa che ha colto di sorpresa tutti i paesi occidentali.

Caricamento in corso…

Immagine dell'icona del contenuto incorporato

Incorporare

A giugno, la Bundeswehr aveva sciolto il campo lì dopo quasi vent’anni. Già a metà agosto il radicale islamico talebano prese il controllo del palazzo presidenziale. L’attuale capo di stato, Ashraf Ghani, aveva semplicemente lasciato il Paese. Gli ultimi soldati americani lo seguirono poco dopo. Le immagini di persone disperate che volevano solo andarsene dal paeseha fatto il giro del mondo.

Aereo sovraffollato a Kabul: nell'agosto 2021 si sono svolte scene drammatiche all'aeroporto di Hamid Karzai.
Aereo sovraffollato a Kabul: nell’agosto 2021 si sono svolte scene drammatiche all’aeroporto di Hamid Karzai. (Quelle: Hassan Majeed/imago-images-bilder)

Dopo aver preso il potere, i talebani avevano un moderato rispetto ai loro standard Politica annunciato. Quello che intendono con questo lo ricorda Medioevo o altri tempi bui: nel paese talebano, le donne non devono solo apparire mascherate negli studi televisivi, anche le lezioni scolastiche sono severamente limitate per loro. Possono viaggiare solo con un compagno maschio.

Tutte queste cose terribili non solo sembrano essere lontane nello spazio. A Afghanistan per noi sono arrivate le elezioni federali, il governo a semaforo con un nuovo cancelliere, un’ondata di micron e ora una guerra in Europa. Ma Germania obiettivi formulati per l’Afghanistan che dovrebbero essere ricordati in questi giorni.

“Continuiamo a fare tutto ciò che è in nostro potere per aiutare gli afgani, in particolare, a lasciare il Paese, che prestano servizio in Germania come forze locali della Bundeswehr, la Polizia Stradale e sono stati al fianco della cooperazione allo sviluppo e hanno fatto una campagna per un paese sicuro e libero con prospettive per il futuro”, ha detto l’allora cancelliere Angela Merkel lo scorso agosto. Non si dovrebbe e non si dimenticherà l’Afghanistan, ha assicurato il Cancelliere.

Nove mesi dopo, l’argomento non veniva quasi mai in pubblico in Germania. I problemi non sono affatto risolti: i lavoratori locali in Afghanistan aspettano ancora di lasciare il Paese. Kapp 11.000 dovrebbe secondo un rapporto di “Spiegel”.mentre finora circa 20.000 sono riuscite a lasciare il Paese.

È dubbio che queste cifre siano complete. Solo il personale locale ha il diritto di lasciare il Paesemuori ab 2013 aveva lavorato direttamente per le organizzazioni governative tedesche. Tutti coloro che prima hanno aiutato i nostri soldati o altre agenzie sono sfortunati. Anche le persone che hanno lavorato per subappaltatori nell’interesse della Germania cadono attraverso le crepe.

Ma anche se i requisiti sono soddisfatti, non ci sono garanzie. “La mia vita è in pericolo perché ho lavorato per il governo tedesco”, un ex aiutante si è lamentato a marzo in una conversazione con la mia collega Camilla Kohrs. L’uomo aveva inviato dieci e-mail al suo ex datore di lavoro, la Società per la Cooperazione Internazionale (GIZ), dal crollo della sua terra natale. Ha lavorato lì dal 2019 al 2020.

Non è successo niente fino ad oggi. È ancora bloccato in Afghanistan con la moglie e i figli e teme la vendetta dei talebani: “Se mi trovano, uccideranno me e la mia famiglia”l’uomo è sicuro.

Leader talebani in visita a Mosca: gli islamisti radicali controllano l'Afghanistan dalla scorsa estate.
Leader talebani in visita a Mosca: gli islamisti radicali controllano l’Afghanistan dalla scorsa estate. (Fonte: Alexey Kudenko/imago-images-pictures)

Queste persone hanno rischiato la vita per la sicurezza dei nostri compatrioti. Hanno preso contatti con soldati e organizzazioni umanitarie. Loro hanno Conversazioni tradotte in un paesein loro Decine di lingue e dialetti parlato di cui la maggior parte dei tedeschi non ha mai sentito parlare. Aiutando la Bundeswehr nella lotta contro i talebani, loro e le loro famiglie sono diventati bersaglio. Come ringraziamento, le truppe non solo salutarono in fretta il paese, ma lasciarono anche i loro aiutanti con gli ex nemici.

Può darsi che le forze armate ei servizi di intelligence siano rimasti sorpresi dalla velocità degli eventi.

Source link

READ
Cinque tedeschi dispersi al largo del Costa Rica: contatto radio interrotto | Notizia