Cornelia Poletto: Ho fatto il mio lavoro più folle al matrimonio di Heidi Klum

Qual è stato il lavoro più folle che tu abbia mai fatto?

Cornelia Poletto:
Per me e la mia squadra, quello era sicuramente quello nozze von Heidi Klum e Bill Kaulitz. I due desideravano la cucina tipica tedesca. Dalle mini cotolette e salsicce alla griglia di Norimberga alla torta di puntura d’ape a tre livelli, abbiamo consegnato tutto sul posto – un enorme yacht ancorato al largo di Capri – e lo abbiamo servito al piano di sopra e al piano di sotto per l’illustre festa di matrimonio a bordo.

Il mio momento clou personale sulla scala della follia è la mia apparizione su Kitchen Impossible. Non diventa più cattivo. Ero da qualche parte dentro norvegese Non è stato lasciato da nessuna parte e ha dovuto mantenere due camini aperti in funzione al freddo gelido e alla pioggia battente senza acqua o elettricità per cucinare per la giuria all’aperto.

Pensi che le donne o gli uomini siano capi migliori? E perché?

Poletto:
Sicuramente donne. Hanno semplicemente una sensibilità diversa quando hanno a che fare con i dipendenti. E di solito hanno più comprensione per il tema della famiglia.

Qual è per te il lusso più grande, indipendente dalle cose materiali?

Poletto:
Tempo. È così prezioso e purtroppo disponibile solo molto raramente nella mia vita. Mi diverto al massimo quando nulla nella mia lista di cose da fare è così urgente che deve essere assolutamente risolto e mi limito a sdraiarmi comodamente sul divano e sfogliare i libri di cucina, gironzolare per l’Alster o con mia figlia attraverso la lattina natura.

Libro consigliato: “Echt Poletto” (annuncio)

I segreti della mia cucina – Cornelia Poletto

READ
Re Carlo: Per questo motivo, ha cambiato il programma del funerale con breve preavviso

Quali consigli daresti alle donne che vogliono avviare un’attività in proprio?

Poletto:
Affronta la questione con molta fiducia in te stesso, non lasciare che nessun tipo di manager controllato dal testosterone ti abbatta e faccia le tue cose.

Con chi vorresti prendere un caffè?

Poletto:
Caffè? Preferirei un buon italiano Siamo dentro bevanda. E con Lady Gaga. E poi fai una chiacchierata tranquilla con lei sul ristorante dei suoi genitori.

Quali sono i momenti della tua carriera che ricordi di più?

Poletto:
Ci sono stati tanti bei momenti nella mia vita professionale. Certo, mi piace particolarmente ricordare il giorno in cui ho scoperto che ci eravamo guadagnati una stella Michelin. Ma mi piace anche ripensare al tempo in cui Paola da piccola si rannicchiava comodamente nella sua amaca appesa al cappuccio mentre preparavo la pasta. O la mia prima apparizione televisiva su “Kerners Köche”, dove mi sono prontamente tagliato il dito. le mie prime parole in tv erano in realtà “Qualcuno ha un cerotto”.

Come è nata la tua passione per la cucina?

Poletto:
Amavo cucinare quando ero giovane. E ad un certo punto avevo finito tutte le torte… La mia passione per la cucina è poi proseguita.

La cucina è un mestiere tipicamente femminile e se sì, come reagisci al pregiudizio?

Poletto:
Ma al contrario. L’industria è ancora…

Source link