Persona della settimana: Christine Lagarde, la madre dell’inflazione

persona della settimana
Christine Lagarde, la madre dell’inflazione

Di Wolfram Weimer

IMG_ALT

La Banca centrale europea ha speculato. Invece di combattere l’inflazione dilagante in una fase iniziale, la BCE ha continuato a inondare i mercati di nuova moneta anche dopo lo scoppio della guerra. Il presidente della BCE Lagarde sta ritardando i rialzi dei tassi, aggravando il problema di settimana in settimana.

Ora sono 8,8 trilioni di euro. Il totale di bilancio della Banca centrale europea (BCE) ha raggiunto questo record storico mozzafiato alla fine di maggio. Nonostante l’inflazione imperversa in Europa, la Banca Centrale Europea sta ancora inondando i mercati di nuova moneta. Da inizio anno sono stati aggiunti 250 miliardi di euro. La guerra in Ucraina ha già drammaticamente peggiorato i problemi di inflazione in Europa.

La presidente della BCE Christine Lagarde è responsabile della più grande creazione di denaro nella storia dell’UE. Per mesi ha spazzato via bruscamente avvertimenti e appelli per porre fine alla stampa di denaro eccessivo. L’inflazione è solo un fenomeno temporaneo, la colpa è di fattori speciali come la pandemia o i problemi della catena di approvvigionamento, tutto presto si normalizzerà. Poi si è detto che la guerra aveva reso pericolosa l’inflazione in primo luogo. Il tasso di inflazione aveva già raggiunto il livello più alto degli ultimi decenni a gennaio prima dello scoppio della guerra.

Da quando è entrato in carica alla fine del 2019, Lagarde ha perseguito una politica straordinariamente aggressiva di aumento del denaro negli ambienti finanziari. Alla fine del 2019, la BCE aveva un totale attivo di 4,7 trilioni di euro. Ora, due anni e mezzo dopo, ha raggiunto i favolosi 8,8 trilioni. Ciò significa: sotto Lagarde, la BCE crea 137 miliardi di euro di nuova moneta ogni mese e altri 4,6 miliardi ogni singolo giorno. Un commerciante di borsa di Francoforte commenta: “Non c’è da stupirsi che tutti quei soldi ora si stiano rapidamente deprezzando e gonfiando”.

L’inondazione di denaro di Lagarde dovrebbe consentire alla Francia e ai paesi dell’Europa meridionale di rifinanziare facilmente l’elevato debito e mitigare le conseguenze della pandemia. Ma ha anche i mercati azionari e immobiliari guidato in un boom speculativo, ma soprattutto ha innescato un’inflazione enorme. Ad aprile, i prezzi al consumo in Germania e in Europa sono aumentati del 7,4% ciascuno. Ciò significa che l’inflazione è più alta che mai nell’area monetaria europea, in Germania l’inflazione lo è ha toccato il massimo degli ultimi quarant’anni.

Enorme redistribuzione

I prezzi in rapido aumento non gravano solo su milioni di consumatori, soprattutto quelli a basso reddito. Allo stesso tempo, i risparmiatori tedeschi vengono espropriati bruscamente perché l’inflazione consuma rapidamente ciò che hanno risparmiato. Lagarde, d’altra parte, sembra avere in mente gli interessi dei paesi dell’euro sovraindebitati. Perché la svalutazione è una benedizione per loro. È iniziata un’enorme redistribuzione dei risparmiatori agli stati, gli economisti chiamano l’effetto “tassa sull’inflazione”.

Mentre le proteste contro le politiche inflazionistiche della BCE aumentano, Lagarde ha finalmente accettato di cambiare rotta – anche se al rallentatore. Prima di tutto, annuncia solo che la creazione di denaro aggiuntivo verrà gradualmente eliminata in estate. Il presidente della BCE scrive in un blog sul sito web della banca centrale che gli acquisti netti di asset dovrebbero terminare “molto presto” nel terzo trimestre. E: “Sulla base delle attuali prospettive, saremo probabilmente in grado di porre fine ai tassi di interesse negativi entro la fine del terzo trimestre”. Con queste dichiarazioni, Lagarde esclude anche un aumento del tasso di 50 punti a luglio, nonché una doppia decisione a giugno che avrebbe potuto includere la fine degli acquisti di obbligazioni e un primo aumento del tasso. Questo è esattamente ciò che molti esperti di lotta all’inflazione avevano chiesto. Ma ora, con l’insolito blog, Lagarde ha anche deciso di andare da solo al rallentatore in termini di comunicazione – anche questo dovrebbe infastidire alcuni membri del consiglio.

Per molti analisti, il dietrofront è troppo incerto e comunque troppo tardi. “Ha lanciato quattro trilioni di euro di nuovi soldi nel mercato e ora si interroga sull’inflazione”, ha detto un membro della CDU del Bundestag. Una vasta cerchia di aziende, banche, sindacati, politici, associazioni e scienziati accusano la banca centrale di…

Source link

READ
Successore di Rorsted: le azioni adidas salgono alle stelle: adidas "in trattative" con il boss di PUMA Gulden - cambio al concorrente? | notizia