Il presidente della Polonia Duda accusa il governo federale di aver violato la sua parola sulle consegne di armi

all’estero Carro armato leopardato

Il presidente della Polonia Duda accusa il governo federale di aver violato la sua parola sulle consegne di armi

“La Germania ha promesso di consegnarci questi carri armati. Non hai mantenuto quella promessa”

Il presidente della Polonia Duda accusa la Germania di aver violato la sua parola quando ha scambiato gli anelli dei carri armati. “La Germania ha promesso di consegnarci questi carri armati. Non hai mantenuto questa promessa”, afferma Duda in un’intervista con il caporedattore di WELT-TV Jan Philipp Burgard.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori dei contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite privacy in fondo alla pagina.

“La Germania ha promesso di consegnarci questi carri armati. Non hai mantenuto questa promessa”. Il presidente polacco Andrzej Duda ha criticato aspramente il comportamento del governo federale. La Polonia è molto delusa.

Dlui presidente polacco Andrzej Duda ha accusato il governo federale di aver violato la sua parola in uno scambio concordato di carri armati. Il governo di Berlino ha la Polonia Carro armato leopardato ha promesso di sostituire i carri armati polacchi di serie consegnati in Ucraina. “Non hai mantenuto quella promessa. E francamente, ne siamo molto delusi”, ha detto Duda alla televisione WELT a margine del World Economic Forum di Davos.

“Abbiamo fornito all’Ucraina un gran numero di carri armati perché crediamo che sia nostra responsabilità di vicini”, ha detto Duda. Ciò avrebbe indebolito il potenziale militare della Polonia e esaurito le scorte militari.

leggi anche

Il cancelliere Olaf Scholz (SPD) in una conferenza stampa a Dakar, in Senegal

Proprio per questo, la Polonia si affida al sostegno del Nato, ma auspicato anche da Stati Uniti e Germania. “Gran parte del nostro arsenale di carri armati nelle forze armate polacche è costituito da carri armati tedeschi del tipo Leopard. Quindi, se fossimo stati supportati dalla Germania, se avessimo ricevuto un sostituto sotto forma di cambio di anello, saremmo stati molto felici”, ha affermato il presidente polacco. Anche tale promessa è stata fatta, ma non mantenuta.

In generale, il governo federale sta facendo troppo poco per aiutare l’Ucraina, secondo Duda: “Prima di tutto, è la stessa Germania che dovrebbe aiutare l’Ucraina. il Ucraina ha davvero bisogno di questo aiuto con urgenza”. Anche la Polonia è intervenuta con le consegne di carri armati a causa della mancanza di impegno.

leggi anche

Il propagandista Wladimir Solowjow

televisione di stato russa

Il presidente polacco ha avuto l’Ucraina durante il fine settimana visitato per la seconda volta dallo scoppio della guerra. In una conferenza stampa con il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy a Kiev domenica, Duda gli ha assicurato il suo pieno sostegno nella lotta per l’adesione all’UE. Chi “versa il sangue” per appartenere all’Europa, ha detto, va rispettato “anche quando la situazione è complicata, anche quando ci sono dei dubbi”.

In un discorso al parlamento ucraino, Duda ha assicurato che non avrebbe mollato i suoi sforzi fino a quando l’Ucraina non fosse diventata membro dell’UE. È stato il primo leader straniero a parlare al parlamento a Kiev dall’inizio della guerra di aggressione russa il 24 febbraio. Il suo discorso è stato interrotto più volte da un applauso permanente. La Polonia ha accolto di gran lunga il maggior numero di rifugiati dall’Ucraina ed è considerata il più importante sostenitore di Kiev nell’Unione Europea.

La scorsa settimana la Germania ha annunciato un cosiddetto scambio di anelli con la Repubblica Ceca. Berlino vuole fornire al partner della NATO 15 carri armati Leopard 2 provenienti da scorte industriali e usarli per compensare le consegne di armi pesanti dalla Repubblica Ceca all’Ucraina.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori dei contenuti incorporati sono…

Source link

READ
Notizie Ucraina ++ Zelenskyi riporta le "atrocità" dei soldati russi nella regione di Kherson ++