Boris Becker: La prigione lo rende di nuovo ricco

La prima volta è davvero brutta. Quel momento in cui entri nella tua cella e la pesante porta di ferro è chiusa a chiave dietro di te. Confinato a sei metri quadrati e mezzo. Prigionia – solo ora capisci davvero cosa significa questo termine. E cadi in un buco profondo, profondo… Questa esperienza emotivamente totalmente commovente con cui ogni prigioniero inizio della sua pena detentiva previsto, anche soddisfatto Boris Becker (54) il 29 aprile con pieno vigore.

Nel video qui sopra puoi scoprire come Boris Becker può anche fare soldi con la sua permanenza in prigione!

“All’inizio era molto, molto cattivo”, dice un insider a BUNTE. “Il mondo intero è ancora il tuo campo da gioco, sul quale puoi muoverti come desideri senza alcuna restrizione. Ad esempio, nel miglior ristorante di pesce di Londra, ‘Scott’s’, un tavolo ti sarà sgomberato con breve preavviso in qualsiasi momento e Boris Johnson (57) si siederà su un drink si siede con te. E all’improvviso sei rinchiuso e la tua ‘società’ è assassina e stupratrice.” […] Nel frattempo, però, Boris sta gradualmente riacquistando la sua famosa forza mentale. “È un combattente. Anche in questa situazione”, afferma l’avvocato Moser. E: BUNTE viene a sapere che anche Becker ha iniziato a pianificare in modo specifico per il periodo successivo al suo rilascio dalla prigione.

Boris Becker: 590.000 euro per un documentario

Per quanto possa sembrare folle, anche in prigione, il “marchio Boris Becker”, come ama definirlo, è ambito. Secondo l’insider citato all’inizio, l’emittente televisiva britannica Sky UK sta progettando un importante documentario sul tre volte vincitore di Wimbledon, che si concentrerà sul suo tempo dietro le sbarre. Si dice che una commissione di 500.000 sterline (circa 590.000 euro) sia in discussione per Boris nel progetto da un milione di euro.

READ
Birgit Schrowange: Il segreto di un grande amore

Un altro video documentario a cui Becker aveva lavorato negli ultimi tre anni con i registi vincitori dell’Oscar Alex Gibney e John Battsek viene presentato ai rappresentanti delle emittenti interessate a margine del Festival di Cannes e sarà completato dopo la sua scarcerazione (in autunno 2023). Per questo lo aspetta un compenso redditizio, così come per un progetto di libro pianificato, una sorta di memoriale della prigione, in cui Boris potrebbe elaborare le sue ore buie in prigione sotto forma di un diario. Si dice che abbia già iniziato con le prime registrazioni.

Puoi leggere l’intera storia in BUNTE 22/2022disponibile in edicola da mercoledì (25 maggio).

Source link