Putin non ha abbastanza missili per la guerra in Ucraina: quanti Iskander e S-300 sono rimasti

Dopo che la Russia ha lanciato nuovi attacchi missilistici contro l’Ucraina, colpendo le infrastrutture critiche in tutto il paese, l’esercito russo ha notevolmente esaurito il suo arsenale di missili ad alta precisione, secondo ISW. Tuttavia, Mosca sarà probabilmente ancora in grado di attaccare su larga scala nel prossimo futuro.

E l’arsenale missilistico russo?

Le cifre rilasciate dal ministero della Difesa ucraino mostrano quanti missili ha usato la Russia dall’inizio degli attacchi militari a febbraio, e cosa ne è rimasto.

La Russia non divulga queste informazioni e non commenta.

Il ministro della Difesa ucraino scrive in un tweet che l’arsenale missilistico russo ha quattro nemici:

“brillanti forze di difesa aerea ucraine, forze missilistiche russe inette, sanzioni e tempi”.

Si dice che a Mosca siano rimasti solo 119 missili Iskander, il 13% del suo inventario originale di febbraio.

L’80% dei missili S-300 probabilmente esiste ancora

A febbraio, la Russia disponeva di circa 8.000 missili S300 e, sebbene ne abbia schierati più di mille, ne rimane oltre l’80%.

La Russia utilizza sempre più S300 in Ucraina. Questo è considerato un’indicazione che mancano munizioni più adatte.

Esistono diverse versioni del missile S-300 con diverse capacità tecniche e distanze:

– La portata massima del razzo standard è di 150 km

– le testate pesano 133-143 kg

– L’S-300 è stato originariamente sviluppato dall’Unione Sovietica ed è uno dei missili terra-aria.

Il think tank ISW ha precedentemente notato che la Russia è sempre più dipendente dall’Iran per la fornitura di sistemi d’arma ad alta precisione, compresi i veicoli aerei senza pilota.

Il Ministero della Difesa britannico scrive nel suo ultimo rapporto: “La Russia ha probabilmente lanciato la campagna dei droni per sopperire alla sua grave carenza di missili da crociera, ma il concetto ha avuto un successo limitato. La maggior parte dei droni abbattuti è stata neutralizzata.

READ
Vuole davvero gareggiare di nuovo nel 2024?

La Russia può probabilmente procurarsi droni dall’estero più velocemente di quanto possa fabbricare nuovi missili da crociera in patria.

Source link