Combinata nordica: barba dipinta come protesta – “in balia del CIO”

Stato: 22/11/2022 17:02

Anche prima dell’inizio della Coppa del Mondo, le preoccupazioni per la continua esistenza della combinata nordica alle Olimpiadi rimangono l’argomento principale. Il campione del mondo Westvold Hansen ha protestato con la barba dipinta.

Era un’immagine bizzarra quella che Gyda Westvold Hansen ha presentato agli spettatori sabato scorso. Il miglior atleta norvegese di combinata nordica ha iniziato con la barba dipinta alla competizione nazionale di Beitostölen. Tuttavia, questo non aveva motivi di carnevale. Piuttosto, il 20enne campione del mondo ha protestato contro il rinnovato Non ammissione della Combinata Nordica femminile alle Olimpiadi Invernali 2026.

Troviamo abbastanza assurdo che tu debba effettivamente avere la barba per poter competere ai Giochi Olimpici“, ha detto in seguito il campione del mondo al canale televisivo norvegese “NRK”. La collega di squadra Marte Leinan Lund ha concordato: “Si tratta di uguaglianza. Siamo l’unico sport che non può partecipare alle Olimpiadi. Lo trovo enormemente ingiusto”.

La combinata nordica rischia di uscire a rate dalle Olimpiadi

L’azione di protesta di Westvold Hansen prima dell’inizio della Coppa del Mondo questo fine settimana a Ruka, in Finlandia, pone ancora una volta l’attenzione sulle preoccupazioni per il futuro della combinata nordica. Perché lo sport, in programma sin dai primi Giochi Olimpici Invernali del 1924, rischia nientemeno che la fine a rate. In estate, il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha deciso di non inserire (nuovamente) le gare femminili nel programma dei giochi del 2026 di Milano e Cortina d’Ampezzo.

E anche gli uomini devono tremare: troppo predominio delle nazioni di punta, poca diversità, poca attenzione da parte dei media: entro i Giochi del 2030, la combinata nordica potrebbe finalmente essere storia alle Olimpiadi. “Per essere chiari, il posto degli uomini per il 2030 non è garantito“, ha chiarito Kit McConnelldirettore sportivo del CIO, più recentemente nell’intervista allo spettacolo sportivo.

READ
NFL: Dominik Eberle licenziato dopo il debutto per i Detroit Lions | Gli sport

Frenzel: “Sembra tutto molto arbitrario

La frustrazione corrispondente prevale tra gli atleti prima dell’inizio della Coppa del Mondo. “Tutto questo è molto rassicurante“dice Eric Frenzel, ad esempio, che venerdì inizia la sua 16a stagione di Coppa del Mondo. “Abbiamo discussioni in cui gli atleti non capiscono nemmeno di cosa si stia discutendo. Sembra tutto molto arbitrario.

L’allenatore della nazionale Hermann Weinbuch è d’accordo con il due volte campione olimpico individuale. “Siamo alla mercé del CIO.” Ad oggi, ci sono solo 36 invece dei precedenti 55 posti contingentati e quindi un massimo di due per nazione alle partite del 2026, la competizione a squadre sarebbe eliminata Nominate World Cup.”Se in futuro potrò portarne solo due con me alle Olimpiadi, la motivazione diventerà difficile per molti e perderemo ampiezza“, si lamenta l’allenatore della nazionale.

Vinzenz Geiger ed Eric Frenzel sono preoccupati per la continua esistenza del loro sport.

Source link