Mondiali 2022: Uli Hoeneß critica la DFB per lo scoraggiamento nei confronti della Fifa

Uli Hoeneß ha accusato la Federcalcio tedesca di mancanza di coraggio nella disputa con la Fifa. “Non hanno avuto il coraggio di opporsi alla Fifa. Sarebbe stato urgentemente necessario, perché per me Gianni Infantino è un grave disastro per il calcio mondiale”, ha dichiarato il presidente onorario dell’FC Bayern “RTL Direkt” e “RTL Nachtjournal spezial”. È stata “una meravigliosa opportunità per mostrarlo: fino a qui e non oltre”, ha detto Hoeneß. Sfortunatamente, la DFB ha perso questo.

Ai Mondiali in Qatar, la Fifa ha bandito la fascia da capitano “One Love” al portiere della nazionale Manuel Neuer e ad altri sei capitani di squadre europee. Invece, Neuer ha indossato la fascia da braccio “No Discrimination” contro il Giappone, che ha lo scopo di opporsi alla discriminazione di qualsiasi tipo. L’associazione mondiale aveva minacciato sanzioni sportive nel caso in cui ai Mondiali fosse stata indossata la fascia da capitano multicolore “One Love”.

Hoeneß avrebbe voluto più determinazione da parte della dirigenza DFB. “Si è sporgeta troppo dalla finestra con l’annuncio che sarà coerente, che perseguirà costantemente il problema. E alla fine non l’hanno fatto”, si è lamentato Hoeneß. Nella foto della squadra prima del pareggio per 2-1 contro il Giappone mercoledì, i professionisti della DFB si sono tenuti le mani sulla bocca in risposta al divieto della fascia da capitano “One Love”.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite la privacy in fondo alla pagina.

4:03: attenzione internazionale per i colori dell’arcobaleno al DFB-Elf

Oltre al gesto mano a bocca nella foto della squadra prima della prima partita della fase a gironi della Coppa del Mondo, la squadra DFB ha attirato l’attenzione internazionale anche per i dettagli alla moda. Il “Los Angeles Times” dagli USA e il quotidiano inglese “The Guardian” hanno riportato anche i colori dell’arcobaleno sulle giacche da riscaldamento dei calciatori e su alcune scarpe dopo la sconfitta per 2-1 contro il Giappone.

READ
Il Bayern prenderà la decisione finale solo dopo il Mondiale

anche letto

“Se il presidente della Fifa Gianni Infantino pensava che la questione fosse chiusa, gli è stato insegnato meglio”, ha scritto il Los Angeles Times, riferendosi al divieto della fascia da capitano “One Love”. “I gesti della Germania erano solo una parte di una campagna in rapida escalation contro il decreto di Infantino”.

“The Guardian” ha elogiato la dichiarazione di “parole chiare” della DFB su Twitter e ha sottolineato che il capitano Manuel Neuer, Ikay Gündogan e gli altri quattro professionisti che giocavano con le scarpe Adidas indossavano i colori dell’arcobaleno ai piedi. La giapponese Takefusa Kubo indossava lo stesso modello di scarpa.

03:54: Jürgen Kohler – “Mi rifiuto già di cancellare la nostra squadra”

L’ex campione del mondo Jürgen Kohler non ha perso le speranze per la Coppa del mondo per la nazionale tedesca dopo la sconfitta iniziale contro il Giappone. “Da un lato, la falsa partenza della Germania ha causato disillusione. D’altra parte, mi rifiuto ancora di cancellare la nostra squadra. Forse la forza di gioco e l’entusiasmo degli spagnoli ci andranno un po’ bene”, ha scritto Kohler in una colonna per “Kicker” (giovedì). “Domenica mi aspetto una partita aperta perché la Spagna non si nasconde. Che a sua volta dovrebbe offrire spazio alla squadra di Hansi Flick per le proprie azioni offensive”, ha scritto.

Il 7-0 degli spagnoli contro il Costa Rica è stato, secondo l’ex difensore del Borussia Dortmund e dell’FC Bayern Monaco, vincitore del Mondiale in Italia nel 1990, “la migliore prestazione di una squadra in questo Mondiale fino a quel punto”. Il Giappone, invece, avrebbe avuto 20 minuti forti “per abbattere la selezione DFB”. Dovrebbe essere ormai chiaro a tutti i soggetti coinvolti “che nel duello diretto di domenica prossima sarà necessaria una vera prova di forza”.

READ
Piatek ora va in Italia, dopotutto

22:03: la Coppa del Mondo tedesca era già stata sigillata domenica

Source link