Dopo la risoluzione Russia: Parlamento Ue attaccato dagli hacker

Stato: 23/11/2022 17:59

Il Parlamento europeo è diventato l’obiettivo di un attacco hacker in cui il server è andato in crash a causa di un volume elevato mirato di richieste. Un gruppo vicino al Cremlino avrebbe rivendicato l’attentato.

Morire Sito web del Parlamento europeo è stato attaccato dagli hacker. Lo ha annunciato la presidente del Parlamento Roberta Metsola su Twitter. Un gruppo vicino al Cremlino ha rivendicato la responsabilità, ha scritto Metsola.

Il sito web è attualmente interessato da numerosi accessi, ha affermato il portavoce parlamentare Jaume Duch. Probabilmente è un cosiddetto Attacco DDoS, che utilizza un numero molto elevato di richieste per arrestare in modo anomalo un sito Web in un breve periodo di tempo. Tali attacchi non sono normalmente associati alla penetrazione nella struttura interna di un sito web.

Non il primo attacco ai parlamenti

Questo pomeriggio il Parlamento Ue ha approvato una risoluzione in cui descrive ufficialmente la Russia come “Stato sponsor del terrorismo” che utilizza “metodi terroristici”. Al momento non è chiaro se l’attacco sia direttamente correlato a questo.

Gli attacchi sono stati ripetuti in passato autorità e istituzioni, che sono stati esportati dalla Russia. Tra questi c’era il Bundestag tedesco nel 2015. Allora, si poteva inviare un’e-mail Trojan iniettato perdere grandi quantità di dati prima che vengano scoperti. Secondo l’ufficio del procuratore federale, un hacker russo era responsabile dell’ Intelligence militare russa lavorato.

READ
Ruanda al posto della Gran Bretagna: la nuova politica di asilo di Johnson, un modello per la Germania?

Source link