“Durante la guerra non si effettuano consegne”: Porsche sospende gli affari russi

“In guerra non c’è consegna”
Porsche sospende gli affari in Russia

Porsche si ritira completamente dalla Russia e, d’altra parte, resta fedele ai fornitori ucraini. Il CEO Oliver Blume prepara i clienti tedeschi agli aumenti di prezzo.

Il capo della Porsche Oliver Blume ha rinunciato agli affari in Russia per un periodo indefinito. “Abbiamo un regolamento chiaro: finché ci sarà la guerra, non ci saranno consegne”, ha affermato Blume in conversazione con “Capitale”. Spera in un cessate il fuoco tempestivo e in una soluzione diplomatica al conflitto. Ma “finché non esisterà, non forniremo veicoli alla Russia”. Questo vale “a tempo indeterminato”.

La casa automobilistica sportiva si unisce così alla grande falange di aziende occidentali che si sono completamente ritirate dal mercato russo dopo che la Russia ha attaccato l’Ucraina. Proprio la scorsa settimana, la casa automobilistica francese Renault ha annunciato che avrebbe interrotto completamente l’attività in Russia e avrebbe anche rinunciato a stabilimenti e partecipazioni in Russia. A differenza della Renault, tuttavia, la Porsche non produce nel paese, sebbene le lussuose auto sportive siano apprezzate dai russi.

Allo stesso tempo, l’amministratore delegato ha sottolineato di voler continuare ad avere parti per le auto consegnate dall’Ucraina il più lontano possibile. “Tutto ciò che possiamo ottenere dall’Ucraina, lo otterremo da lì”, ha detto. Questo è un obbligo nei confronti dei fornitori locali, ha affermato Blume.

In considerazione dell’aumento dei prezzi delle materie prime e dei prodotti intermedi scarsi e dell’aumento dei prezzi dell’energia, Blume ha annunciato che avrebbe aumentato i prezzi delle auto di lusso. “Diamo un’occhiata molto da vicino a dove è giustificato prevedere un aumento dei prezzi delle materie prime e dei materiali nei veicoli”, ha affermato Blume. Tuttavia, si tratta di “un processo continuo in bilico tra i propri incrementi di efficienza e il trasferimento dei prezzi”.

Leggi l’intera intervista con Oliver Blume, CEO di Porsche Capital.de.

Source link

READ
Potrebbe iniziare già nel 2023: sembra che Aldi Süd stia pianificando un servizio di consegna di generi alimentari