Vladimir Putin: Con un bicchiere di champagne in mano, sta difendendo la sua guerra di aggressione

all’estero capo del Cremlino

Con un bicchiere di champagne in mano, Putin difende la sua brutale guerra di aggressione

Guerra d'Ucraina - Mosca Guerra d'Ucraina - Mosca

L’agenzia di stampa statale russa Sputnik ha pubblicato questa foto di Vladimir Putin che riceve la medaglia d’oro

Fonte: dpa/Mikhail Metzel

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite la privacy in fondo alla pagina.

La guerra come “chiacchiere”: con un bicchiere di champagne in mano, Vladimir Putin ha parlato al Cremlino degli attacchi russi all’Ucraina. La scena bizzarra ha avuto luogo durante una cerimonia e ha suscitato la speculazione che Putin potesse essere ubriaco.

Et è una scena bizzarra: il presidente russo Vladimir Putin è in piedi davanti alle pesanti porte dorate del Cremlino con un bicchiere di champagne in mano durante una cerimonia di premiazione. Putin inizia il suo monologo davanti a una troupe televisiva dell’emittente statale “Zvezda”.

Nello stralcio che è circolato in rete parla di campagne di disinformazione e di “fake” per poi arrivare a parlare della guerra in Ucraina. “C’è molto rumore sui nostri attacchi alle infrastrutture energetiche”, ha detto Putin. Imperturbato dalle critiche internazionali, ha affermato la sua intenzione di continuare gli attacchi aerei sulle infrastrutture energetiche del paese vicino.

“Sì, lo facciamo. Ma chi l’ha iniziato? Chi ha attaccato il ponte di Crimea, chi ha fatto saltare in aria le linee elettriche della centrale nucleare di Kursk? Chi non consegna l’acqua a Donetsk?”, ha detto Putin, guardandosi attorno interrogativo.

Qui troverai i contenuti di Twitter

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite la privacy in fondo alla pagina.

Morire Attacchi della loro stessa forza aerea ha elogiato Putin come “altamente efficiente”. Allo stesso tempo, ha avvertito che la lotta in Ucraina “potrebbe essere un processo lungo”. Il presidente ha rilasciato una dichiarazione simile mercoledì in una riunione del Consiglio dei diritti umani che aveva convocato.

Il video con il bicchiere di champagne in mano ha scatenato la speculazione sui social media che Putin apparisse ubriaco. Del Pubblicista Euan MacDonald ha affermato che Putin sta incasinando le sue stesse narrazioni di propaganda. Dovrebbe essere la Crimea a non ricevere acqua dall’Ucraina, non Donetsk.

Molti russi ricordano con vergogna il consumo di alcol dell’ex presidente Boris Eltsin, anche lui ubriaco durante le riunioni ufficiali. Anche il discorso di Putin con la coppa di champagne risveglia questi ricordi.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il…

Source link

READ
La sinistra vuole votare contro al Bundestag