Questa auto elettrica rende l’auto dell’anno 2023 una farsa

Sono stati scelti i finalisti per l’auto dell’anno 2023. Tra i contendenti al prestigioso titolo c’è un’auto elettrica che non era affatto prevista: la bZ4X di Toyota. L’e-SUV pieno di scandali rende più o meno l’intera cerimonia una farsa.

Non è uno scherzo: la bZ4X di Toyota potrebbe essere l’auto dell’anno 2023

La corsa al titolo di Auto dell’anno 2023 è aperto. Sette candidati si sfideranno nelle prossime settimane e una giuria deciderà quale modello sarà premiato l’anno prossimo. Tuttavia, una voce tra i finalisti ti fa sedere e prendere nota. Questi veicoli sono nominati:

Un SUV elettrico, la Toyota bZ4X, è tra i contendenti per l’auto dell’anno 2023, che è stata completamente richiamata nel suo anno di lancio 2022. I bulloni dei mozzi delle ruote dell’auto elettrica giapponese potrebbero allentarsi. Nel peggiore dei casi, questo lo garantisce Dì addio alle ruote durante la guida. Non si conoscevano incidenti dovuti alla vistosa carenza.

La Toyota ha dovuto farlo dopo il richiamo interrompere completamente la produzione per mesi, perché ci è voluto così tanto tempo per tenere sotto controllo le carenze. I giapponesi devono essere incolpati per aver lasciato che gli standard di qualità che sono effettivamente così elevati con il bZ4X siano stati completamente spazzati via.

Ma a quanto pare non è così approfondito da non essere sufficiente per una possibilità all’Auto dell’anno. È particolarmente amaro per Subaru questo identico E-SUV Solterra probabilmente influenzato dalla reputazione del fratello fin dall’inizio.

Auto dell’anno: tutto fa pensare alla vittoria di un’auto elettrica

L’aspetto positivo della preselezione da parte della giuria, che ha scelto la sua rosa di sette candidati tra 27 candidati, è la percentuale di auto elettriche. Cinque veicoli puramente elettrici sono idonei per il premio “Auto dell’anno”.: La Jeep Avenger come prima auto elettrica del marchio statunitense, la nuova ammiraglia elettrica di Nissan Ariya, destinata a sostituire la Leaf a lungo termine, la Bulli elettrica tornata da VW e la combinazione di Toyota bZ4X e Subaru Solterra (fonte: Automobile).

READ
Risultati trimestrali: il periodo di tre mesi di TSMC è un altro successo

Il vantaggio in termini di costi delle auto elettriche scomparirà con il bonus ambientale che sarà presto ridotto:

La Kia Niro è disponibile anche come auto puramente elettrica o ibrida plug-in. A proposito, Kia ha posato vincitore dello scorso anno con l’EV6. La Peugeot 408, invece, è disponibile con motore a benzina o ibrida plug-in, con una variante puramente elettrica ancora da seguire. La Renault Astral, successore della Kadjar, sarà disponibile solo in diverse versioni ibride. Lui è il unica vettura in gara senza spina.

Source link