La nuova Russia di Putin: i prezzi si fanno più cari – compresi quelli dei water – La politica all’estero

Con l’invasione dell’Ucraina è iniziata una nuova era per i consumatori in Russia. Dal 24 febbraio tutto è diventato più costoso e anche meno. Generi alimentari semplici, mangimi per animali, articoli di lusso – e ora arriva anche nel water!

Il caposquadra Andrej, originario dell’Ucraina, che BILD ha raggiunto a Mosca, rinnova gli appartamenti e le case degli oligarchi. Dice: “Le merci provenienti dall’ovest sono diventate dal 30 al 50 per cento più costose. Alcuni prodotti sono completamente scomparsi dai negozi di ferramenta”.

► Particolarmente scarsi: water. Secondo la società di costruzioni Pridex, i prezzi dei servizi igienici occidentali sono aumentati fino al 70% rispetto alla primavera del 2021.

► Anche le docce e le vasche da bagno sono diventate più costose. Aumento dei prezzi: anche quasi il 70 per cento. Quando si tratta di pezzi di ricambio per i servizi igienici, devi “solo” aggiungere il 40 percento.

In assenza di produttori occidentali, le imprese di costruzione ricorrono ai sostituti turchi e cinesi.

Svetlana, la moglie di un ricco animatore televisivo del Cremlino che vive insieme ad altri super ricchi nel famoso Rublevskoye Chaussee vicino a Mosca, si lamenta: “Volevamo comprare un nuovo water da Villeroy & Boch, ma puoi trovarlo a Mosca può non trovarlo più”.

Andrej dice a BILD: “I materiali occidentali potrebbero essere scomparsi dal mercato, ma ci sono ancora degli avanzi in alcuni magazzini. I miei clienti sono già in coda. Non hanno problemi con i soldi: il volume degli ordini è lo stesso di prima della guerra”.

I prezzi sono aumentati in media del 30 per cento

Tuttavia: “Il rublo è tornato al tasso di cambio di prima della guerra, ma la carenza di approvvigionamento, la complicazione delle catene logistiche e l’aumento del costo delle materie prime hanno influito sul prezzo”, spiega Aleksandr Aleynikov di Pridex.

READ
Il rally dei prezzi potrebbe continuare per anni

Lo confermano altre imprese edili. Il capo del reparto attrezzature dell’azienda MR Group, Mikhail Filon, afferma che i prezzi sono aumentati in media del 30% e fino al 50% per i servizi igienici. Innanzitutto si fa sentire nei beni di lusso.

Apparentemente, l’aumento dei prezzi è facilmente gestibile per i russi benestanti. La domanda di gioielli costosi dalle gioiellerie è aumentata del 41% dall’inizio della guerra. Le vendite di gioielli online sono addirittura aumentate del 15%.

Incredibile: le vendite di condizionatori e ventilatori sono triplicate! I cittadini russi probabilmente si scaldano solo pensando al futuro.

Le uova sono diventate il 70% più costose

Perché mentre Svetlana non sa cosa fare con i suoi soldi, l’infermiera Vera della città di provincia di Lipetsk si lamenta di non poter arrivare a fine mese con il suo stipendio dopo l’inizio della guerra: “Alcuni prezzi alimentari sono raddoppiati, il latte costa la metà, le uova costano il 70 per cento in più e non compro più dolci, verdura e frutta”.

Solo con l’alcol va tutto bene. I prezzi sono stabili, molti sono addirittura scesi ai livelli prebellici. Olga, proprietaria dell’enoteca WineFi a Mosca, racconta a BILD che solo i vini americani sono scomparsi dal mercato. Tutto il resto sui vini pregiati è lì. L’affare è ancora redditizio.

Dopotutto, cos’altro dovresti fare se non puoi spendere i tuoi soldi per le vacanze all’estero? Molti lavoratori ad alto reddito non hanno la valuta occidentale. Il 20 maggio la Banca Centrale ha consentito ai cittadini di acquistare qualsiasi valuta, ma non dollari ed euro. Le carte di credito russe non sono valide all’estero.

READ
VW T3 B32 con motore Porsche per circa 365.000 euro

Comunque sia, la gente comune non pensa alle spiagge delle Canarie. Devi sopravvivere. Come si fa a farlo? Puoi aiutarti con il metodo collaudato: basta scorrere la merce nei supermercati. Lo sviluppatore di sistemi di riconoscimento facciale NTechLab riferisce che dall’inizio della guerra i furti sono aumentati in media del 18 per cento nei negozi.

La gente ruba come un matto

Poiché il tasso di cambio del rublo non riflette la reale situazione del mercato, anche i prezzi nei negozi ballano. Sia Andrei che Olga affermano che prima sono saliti, poi sono caduti e che cosa attende il popolo russo in futuro è difficile da prevedere.

La guardia giurata dell’enoteca Rot&Weiss riferisce: “La segnaletica cambia ogni giorno, a volte i prezzi sono più alti, a volte più bassi”.

Il cassiere Konstantin della città di Pskov afferma: “La gente ruba come un matto. Interessante vedere come questo impoverimento e il furto continueranno a svilupparsi. Anche le persone di bell’aspetto e gli adolescenti portano via la merce». Rubano tutto: salsiccia, formaggio, burro.

furti…

Source link