Ecco quanto crudele potrebbe essere il prossimo dittatore della Russia

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

Creato:

Da: Yannick Hanke

Il presidente russo Vladimir Putin sembra triste.  Si porta la mano sinistra sulla guancia.  Sullo sfondo la gente cammina davanti al Cremlino di Mosca.
Se il presidente russo Vladimir Putin venisse rovesciato, l’ex impero zarista potrebbe affrontare la minaccia del prossimo dittatore. © Vladimir Voronin/dpa/imago/Montage

Cosa succede alla Russia se Vladimir Putin cade? Un esperto predice la guerra civile, lo scioglimento e un nuovo dittatore.

Mosca – Tana Guerra in Ucraina ha il presidente della Russia Vladimir Putin Avviato a fine febbraio 2022. La fine dell'”operazione militare speciale”, come il sovrano del Cremlino chiama l’attacco delle sue truppe al Paese dell’Europa orientale, non è in vista. Uno La sconfitta della Russia non è più esclusa. Ma cosa ne sarà dell’ex impero zarista se la guerra in Ucraina non finirà come voleva Putin?

Morire Voci sulla caduta di Vladimir Putin non morire. Tuttavia, il fatto che dopo le sue dimissioni (politiche) torneranno in Russia i valori basilari elementari di una società come la democrazia, la libertà e la pace è di rilievo Politica– Osservatori quasi esclusi. Si parla piuttosto di un nuovo dittatore che potrebbe succedere a Putin.

Possibile caduta di Vladimir Putin: il presidente della Russia potrebbe essere seguito dal prossimo dittatore

“I confini della Federazione Russa probabilmente non appariranno come su una mappa tra 10 o 20 anni”, scrive Luke Coffey in uno analisi dettagliata. L’ex consigliere del Ministero della Difesa britannico guarda a una possibile caduta di Vladimir Putin e prevede un futuro cupo per la Russia in questo contesto. L’esperto di sicurezza del think tank statunitense Istituto Hudson parla di Guerra civile, dissoluzione e un nuovo dittatore in Russia.

Secondo Coffey, la Russia “continuerà a frammentarsi”. E questo non sarebbe “pulito” come il crollo dell’Unione Sovietica, quando l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) divenne 15 stati nel 1991. Piuttosto, Coffey si aspetta che segua un “conflitto brutale”. possibile caduta di Putin potrebbe accadere. Un conflitto come quello in Cecenia negli anni ’90. A quel tempo, la repubblica aveva cercato di separarsi dalla Russia ed è stata rasa al suolo dai bombardamenti.

READ
Le vignette di Charlie Hebdo: "I mullah non sono contenti"

“Rivoluzione, rivolta e guerra civile”: la caduta di Putin gioverebbe ai suoi più stretti alleati Yegveniy Prigozhin e Ramzan Kadyrov

A livello nazionale, ma anche nelle repubbliche costituenti, in Russia ci si può aspettare “rivoluzione, rivolta e guerra civile”. Migliaia di “reduci di guerra disoccupati” sarebbero tornati nelle loro città e villaggi e vi avrebbero trovato una totale mancanza di prospettive. E questo, secondo Coffey, renderebbe più probabili “movimenti e rivolte indipendentiste”.

In questo scenario, in cui la caduta da Putin presumibilmente gravemente malato successo e il “crollo dello stato russo”, i principi militari avrebbero ampliato la loro influenza. A “governanti importanti” in Russia dopo il Rovesciamento di Putin Yegveniy Prigozhin, capo dei mercenari “Wagner”, e del leader ceceno Ramzan Kadyrov. Beneficerebbero di “decine di migliaia di veterani” prodotti dalla guerra in Ucraina.

“La Russia tornerà”: nonostante la sconfitta nella guerra in Ucraina e il rovesciamento di Putin, il pericolo resta grande

Del successore di Putin non diventerà un democratico. Questa è l’opinione dell’esperto di sicurezza Coffey. Piuttosto è vero il contrario. “Diretto dopo il regime del presidente Putin chiunque lo sostituirà sarà nazionalista e autoritario quanto lui”. E le speranze per un presidente russo “moderato” “che vuole la pace con i suoi vicini e riforme interne” sono semplicemente ingenue. L’avvertimento più drammatico dell’americano:

La Russia tornerà.

Perché non importa quanto male La sconfitta della Russia in Ucraina potrebbe essere” e “come l’economia russa e l’esercito saranno danneggiati”: il Cremlino “non rinuncerà mai ai suoi “piani imperiali” per controllare l’Europa orientale. Nemmeno dopo l’una Rovesciamento di Vladimir Putin e intronizzazione del suo successore.

La Russia potrebbe impiegare “diversi decenni” per ricostruire la sua economia e il suo esercito. Ma poi i russi avrebbero nuovamente “rappresentato una minaccia per i loro vicini”. Appello urgente di Coffey: “Gli USA e il Nato devono basare i loro dispiegamenti di truppe e le loro strategie su questo presupposto”. Perché anche dopo una possibile caduta di Putin il pericolo è tutt’altro che passato.

READ
Guerra in Ucraina nel live ticker: la Russia mostra interesse per i droni da combattimento turchi

Source link