Gli Stati Uniti preparano i vaccini contro il vaiolo delle scimmie per i contatti

/dotdieti, stock.adobe.com

WASHINGTON – Gli Stati Uniti si preparano a vaccinare contro il vaiolo delle scimmie i contatti stretti delle persone infette. “In questo momento, speriamo di distribuire il vaccino il più ampiamente possibile a coloro che sappiamo ne trarrebbero beneficio”, ha affermato Jennifer McQuiston del CDC.

Oltre ai referenti, si tratta anche di operatori sanitari e “coloro che sono ad alto rischio di malattie gravi”. Secondo l’epidemiologo del CDC John Brooks, le persone che hanno un sistema immunitario indebolito o che hanno determinate condizioni della pelle, come l’eczema, sono maggiormente a rischio.

Secondo le attuali conoscenze, gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini hanno ovviamente maggiori probabilità di essere infettati. Tuttavia, il CDC ha sottolineato che il rischio di infezione non si estende solo agli uomini gay. Gli Stati Uniti hanno attualmente circa un migliaio di dosi di vaccini contro il vaiolo e il vaiolo delle scimmie, secondo il CDC. Tuttavia, McQuiston ha annunciato ulteriori consegne “molto rapide”.

Finora c’è stata un’infezione confermata e diversi casi sospetti negli Stati Uniti. Decine di infezioni sono già note in Europa e ci sono alcuni casi confermati anche in Germania. Oltre agli Stati Uniti, ad esempio, anche la Gran Bretagna sta facendo scorta di forniture di vaccini.

Non esiste un trattamento specifico per il vaiolo delle scimmie. Tuttavia, la normale vaccinazione contro il vaiolo è preventiva dell’85%. Secondo il Ministero Federale della Salute (BMG) a Berlino è attualmente in fase di chiarimento a livello internazionale a livello tecnico.

I sintomi del vaiolo delle scimmie includono febbre, mal di testa, dolori muscolari e un’eruzione cutanea che spesso inizia sul viso e poi si diffonde ad altre parti del corpo. La maggior parte delle persone guarisce entro poche settimane.

READ
I cruciverba mantengono la memoria in forma meglio dei giochi per computer

Secondo lo stato attuale della ricerca, per la trasmissione è necessario uno stretto contatto fisico. Secondo le autorità sanitarie, il rischio per il pubblico del vaiolo delle scimmie è estremamente basso. © afp/aerzteblatt.de

Source link