++ Monkeypox: infezione rilevata in Assia

  1. Pagina iniziale
  2. Panorama

Creato:

Von: Sofia Lother

Il virus del vaiolo delle scimmie continua a diffondersi. In Germania sono noti diversi casi: la prima infezione è confermata anche in Assia.

Aggiornamento da martedì 24 maggio, ore 20:00: Secondo il Ministero degli Affari Sociali, anche in Assia è stata rilevata un’infezione da vaiolo delle scimmie. L’autorità statale di Wiesbaden ha annunciato che il risultato è stato confermato mediante microscopia elettronica e PCR dall’Istituto di virologia medica dell’ospedale universitario di Francoforte. La persona contagiata si è presentata alla clinica universitaria il 24 maggio con i relativi sintomi. Inizialmente non è stato possibile risalire all’età e al sesso della persona interessata.

Il primo caso accertato in Germania è stato segnalato dalla Baviera la scorsa settimana. L’uomo sarebbe stato temporaneamente a Francoforte sul Meno.

Infezione da vaiolo delle scimmie, risultato positivo del test (foto simbolo).
Un caso di vaiolo delle scimmie è stato segnalato anche in Assia (immagine simbolo). © Christian Ohde/Imago

Il ministro della Salute dell’Assia Kai Klose (Verdi) ha annunciato che il rischio generale di infezione per la popolazione è considerato basso. “Tuttavia, stiamo ovviamente seguendo gli sviluppi molto da vicino”.

Altri due casi di vaiolo delle scimmie erano stati precedentemente confermati in Baviera. Il Ministero della Salute di Monaco ha annunciato che entrambi i pazienti erano recentemente tornati nello Stato Libero indipendentemente l’uno dall’altro da un viaggio all’estero. Uno dei due pazienti è ora nella clinica di Monaco Schwabing. L’altro caso è stato segnalato dal distretto di Ansbach, dove ora anche l’interessato è in isolamento.

READ
Stato di New York: l'autore Salman Rushdie ha attaccato sul palco

Infezione da vaiolo delle scimmie: più di 250 casi in tutto il mondo

Aggiornamento da martedì 24 maggio alle 15:15: In tutto il mondo e dentro Unione Europea casi isolati di vaiolo delle scimmie riappaiono. Un primo caso di vaiolo delle scimmie è stato segnalato in Slovenia e nella Repubblica Ceca. In Germania sono note anche diverse infezioni da vaiolo delle scimmie. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha segnalato più di 250 casi di vaiolo delle scimmie da 16 paesi (al 23 maggio).

In Gran Bretagna Finora sono stati registrati 56 casi di vaiolo delle scimmie. Le autorità sanitarie britanniche hanno somministrato più di 1.000 dosi del vaccino contro il vaiolo Imvanex ai contatti dall’aumento dei casi di vaiolo delle scimmie. Lo ha annunciato martedì (24 maggio) un portavoce dell’Autorità sanitaria. Altre 3.500 lattine sono in stock, ha aggiunto la portavoce.

Monkeypox in Germania: Lothar Wieler ipotizza altri casi

L’RKI presume ulteriori malattie del vaiolo delle scimmie in Germania. È chiaro che ci si aspettano ulteriori casi in questo paese, ha affermato il presidente della RKI Lothar Wieler martedì (24 maggio) presso l’Associazione medica tedesca a Brema. “Il nostro obiettivo è quindi contenere l’epidemia”, afferma Wieler. Ciò può essere ottenuto attraverso un tracciamento dei contatti di successo, evitando il contatto ravvicinato con persone infette e misure igieniche. I gruppi a rischio dovrebbero stare attenti.

Il ministro della Salute Karl Lauterbach (SPD), tuttavia, non prevede l’inizio di una nuova pandemia, ma ha avvertito cautela in una conferenza stampa martedì (24 maggio): tutti i gruppi della popolazione, compresi bambini e adolescenti, potrebbero teoricamente essere infettati dal vaiolo delle scimmie. L’eruzione di Il politico sanitario vuole frenare il vaiolo delle scimmie in Germania attraverso misure di quarantena e vaccinazioni ad anello. Nel caso di vaccinazioni ad anello, le persone di contatto sono vaccinate.

READ
Quasi il 79 per cento: l'inflazione turca cresce senza sosta

Altre infezioni da vaiolo delle scimmie: gli Stati Uniti preparano le vaccinazioni per i contatti

Aggiornamento da martedì 24 maggio, 07:15: Morire Stati Uniti d’America si stanno preparando a vaccinare contro il vaiolo delle scimmie i contatti stretti delle persone infette. “In questo momento, speriamo di distribuire il vaccino il più ampiamente possibile a coloro che sappiamo ne trarrebbero beneficio”, ha affermato Jennifer McQuiston del CDC. Secondo l’epidemiologo del CDC John Brooks, in particolare le persone immunocompromesse sono maggiormente a rischio di sviluppare la malattia.

Secondo il CDC, gli Stati Uniti hanno circa mille dosi di vaccini contro il vaiolo e il vaiolo delle scimmie. Tuttavia, McQuiston ha annunciato ulteriori consegne “molto rapide”. Finora c’è stata un’infezione confermata e alcuni casi sospetti negli Stati Uniti. Decine di infezioni sono già note in Europa e ci sono alcuni casi confermati anche in Germania. Oltre agli USA, anche il Regno Unito sta facendo scorta di vaccini…

Source link