Tupolev Tu-334: il fallito aereo di linea russo

Il Tu-334, sviluppato dall’ufficio di progettazione Tupolev, iniziò più di 20 anni fa per sostituire i vecchi aerei di linea sovietici à la Tu-134 e Yak-42 in Russia. Il progetto è morto in silenzio, perché la politica ha preferito il Sukhoi Superjet. un errore?

Le sanzioni occidentali contro la Russia hanno improvvisamente lasciato l’industria aerea russa abbastanza nuda. L’interruzione della consegna di aeromobili, componenti e pezzi di ricambio occidentali sta causando disordini tra i decisori politici e economici. Comprensibile, perché le alternative del mercato di massa ai velivoli occidentali non possono essere evocate all’improvviso – anche gli attuali progetti del faro Irkut MS-21 e Sukhoi Superjet sono costituiti in gran parte da componenti estranei. Anche i programmi accelerati per sostituire questi componenti con controparti russe entreranno in vigore non prima di alcuni anni, per non parlare dei colli di bottiglia della capacità nella produzione in serie.



Azimut

Il Sukhoi Superjet è attualmente composto per oltre il 60% da componenti non russi. Questo è stato un problema per molto tempo.

Muori Tu-334

Per molti decisori, il percorso di fare affidamento sul know-how occidentale nella costruzione di aeromobili civili sembra ora essere un doloroso vicolo cieco. Tanto più sullo sfondo che una volta c’erano abbastanza alternative. Alternative, tuttavia, che sono state abbandonate per una serie di motivi e che oggi potrebbero essere necessarie con maggiore urgenza.


Il Tupolev Tu-334 ne è un ottimo esempio. Il bimotore paffuto, progettato per un massimo di 102 passeggeri, è stato uno degli ultimi concetti di aeroplani il cui sviluppo è iniziato in URSS. Il primo lavoro concettuale iniziò nel 1989. Secondo il piano dell’epoca, il Tu-334 doveva sostituire il Tu-134 sulle rotte a corto e medio raggio, che all’epoca era già tecnicamente obsoleto. Ma dopo le turbolenze degli anni della riunificazione, il primo prototipo del Tu-334 è uscito in aria solo l’8 febbraio 1999, tre anni e mezzo dopo il suo lancio, avvenuto il 22 agosto 1995. Un secondo prototipo è seguito il 21 novembre 2003.

READ
Cambi auto 2023: patente, assicurazione & Co.

Twin jet con problemi di peso

Come il Tu-134, il Tu-334 è stato progettato come un aereo ad ala bassa con motori nella parte posteriore e coda a T. Anche se a prima vista potrebbe non sembrare, Tupolev ha adottato molti componenti del più grande Tu-204 per il nuovo jet, inclusa la sezione della fusoliera, dando al Tu-334 una cabina eccezionalmente spaziosa per la sua classe. La stretta relazione tra i due modelli dissimili ha consentito di risparmiare sui costi, ma allo stesso tempo il Tu-334 ha lottato con problemi di peso fin dall’inizio. Con un peso a vuoto di circa 30 tonnellate, è stato un vero successo nella sua categoria. Modelli simili, come il CRJ-900 di Bombardier (ora Mitsubishi), pesano molto meno. L’autonomia prevista per la versione base del Tu-334-100 è ancora piuttosto impressionante a 3.250 chilometri.


Dove dice Russia…

Il piccolo monoplano ad ala bassa era normalmente pilotato da un equipaggio di due o tre persone. Schermi di vetro dominavano nella cabina di pilotaggio. La produzione in serie del Tu-334 avrebbe dovuto iniziare nel 2006 presso lo stabilimento aeronautico di Kazan in Tatarstan, lì, dove costruì anche il bombardiere Tu-160 “Blackjack”. volere. Alla fine degli anni ’90, Tupolev ha anche cercato partner di cooperazione per il progetto in Occidente. Tuttavia, il Tu-334 era costituito quasi esclusivamente da componenti russi, inclusa l’avionica, inclusa la cabina di pilotaggio di vetro. Dal punto di vista odierno, questo sarebbe un argomento assolutamente potente per il velivolo, anche se c’è un piccolo difetto al riguardo: il Tu-334 ha volato con due turbofan D-436, prodotti, sviluppati da Ivchenko Progress e prodotti da Motor Sich in Zaporizhia dell’Ucraina orientale.

READ
Facendo i conti con il principale indice tedesco: il Dax è un disastro! *** Contenuto BILDplus *** - Economia


Pavel Adzhigildaev (GFDL 1.2)

I motori del Tu-334 provenivano dalla Motor Sich dall’Ucraina. Solo ora la Russia sta testando un drive domestico comparabile con il nuovo PD-8.

La politica sta staccando la spina

Almeno fino al 2014, fino al colpo di stato di Maidan a Kiev e all’inizio del conflitto tra Russia e Ucraina, ciò non avrebbe ostacolato il successo del progetto. C’erano altri motivi per cui il Tu-334 non è mai entrato in produzione in serie. Nel 2009, la Russia ha consolidato la sua industria aeronautica sotto l’egida della United Aircraft Corporation. Nel corso di questo, sono stati valutati tutti i progetti in corso dei singoli uffici di progettazione – e su questa base si è deciso di abbandonare il Tu-334. Invece, la preferenza fu data al nuovo, multinazionale Sukhoi Superjet e all’Antonov An-148, allora noto come il russo-ucraino…

Source link