Possibile inversione di tendenza di Erdogan, ma ancora una svolta in Turchia?

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

Creato:

Von: Bettina Menzel

A causa della guerra in Ucraina, Svezia e Finlandia vogliono entrare nella NATO, ma la Turchia blocca. Erdogan è ora al telefono con i due paesi. La Russia, intanto, è allarmata. Il telegiornale.

Aggiornamento dal 23 maggio alle 14:55: Non ci sono segnali di un rapido riavvicinamento tra Turchia e Svezia nella disputa sull’adesione del paese scandinavo alla NATO: durante una telefonata nel fine settimana, il presidente Recep Tayyip Erdogan e il primo ministro Magdalena Andersson hanno convenuto di non essere d’accordo, ha riferito il consigliere del governo turco Ilnur Cevic ha detto all’emittente svedese SVT. Il familiare Erdogan ha dato la spalla fredda alla Svezia: “dagli qualche mese”ha preso in giro.

Aggiornamento dal 23 maggio alle 12:51: Il Consiglio consultivo della Comunità curda tedesca (KGD) ha accolto con favore la prevista espansione a nord della NATO, ma allo stesso tempo ha criticato aspramente le condizioni della Turchia a scapito dei rifugiati curdi. La Turchia sta attualmente bloccando il processo di adesione, che il comitato consultivo ha descritto in una dichiarazione come “oggettivamente incomprensibile”.

Questo può essere inteso solo come “un rinnovato, triste climax di uno sviluppo” in cui “la Turchia a guida autocratica ha continuamente preso le distanze dai principi di base contrattualmente fissati e dagli obblighi comuni dell’alleanza di difesa del Nord Atlantico”. Il Consiglio consultivo “ha respinto energicamente le richieste insostenibili della Turchia, che erano dirette contro la sicurezza comune”.

READ
Se la Germania ottenga abbastanza munizioni ora dipende anche dalla Cina

La Finlandia vuole entrare nella NATO – Mosca interrompe le forniture di gas

Aggiornamento dal 22 maggio alle 10:48: La Russia ha interrotto le forniture di gas alla Finlandia, ufficialmente a causa di una disputa sul pagamento in rubli. Lo ha annunciato sabato (21 maggio) la compagnia energetica russa Gazprom. Da parte sua, il fornitore di energia finlandese Gasum ha sottolineato che l’approvvigionamento di gas del Paese è ancora assicurato.

Gazprom ha spiegato che Gasum non aveva pagato le bollette per le consegne di aprile entro la scadenza di venerdì. Gasum aveva precedentemente dichiarato che non avrebbe accettato la richiesta russa di pagare le bollette per le consegne di gas in rubli. La maggior parte del gas importato dalla Finlandia è finora arrivato dalla Russia. Tuttavia, il gas naturale rappresenta solo l’8% del mix energetico del Paese.

Una settimana fa, la Russia ha smesso di fornire elettricità alla Finlandia. Anche la società russa RAO Nordic ha giustificato questo blocco delle consegne con pagamenti mancanti. Ad aprile, la Russia ha sospeso anche le forniture di gas a Polonia e Bulgaria. L’Unione Europea ha poi accusato Mosca di “ricatto”.

Il congelamento dell’approvvigionamento di gas russo alla Finlandia, che ora è stato completato, arriva pochi giorni dopo l’offerta ufficiale della Nato del Paese e quella della vicina Svezia.

Finlandia e Svezia entrano nella NATO: una svolta? Erdogan è al telefono con le sue controparti

Aggiornamento dal 21 maggio alle 17:57: Sabato ha chiamato anche Erdogan Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg. “Finché Svezia e Finlandia non dimostreranno chiaramente di essere solidali con la Turchia su questioni fondamentali, in particolare nella lotta al terrorismo, non considereremo positivamente l’adesione di questi paesi alla NATO”, ha affermato Erdogan, secondo il suo ufficio.

READ
Guerra in Ucraina nel live ticker: Navalny riferisce sui metodi di tortura nelle carceri russe

Stoltenberg ha commentato il servizio di messaggistica breve Twitter sulla sua conversazione telefonica con il presidente turco. “Siamo d’accordo sul fatto che le preoccupazioni di sicurezza di tutti gli alleati devono essere prese in considerazione e che i colloqui devono continuare per trovare una soluzione”, ha affermato sabato pomeriggio il Segretario generale della NATO.

Aggiornamento dal 21 maggio alle 16:37: Sabato il presidente turco Tyyip Erdogan ha parlato al telefono con il suo omologo finlandese Sauli Niinisto e il primo ministro svedese Magdalena Andersson. Nella conversazione, si dice che Erdogan abbia sottolineato “che non è nello spirito dell’alleanza NATO trascurare le organizzazioni terroristiche che potrebbero rappresentare una minaccia per un membro”, come riportato dall’agenzia di stampa Reuters.

Si aspetta sostegno per la sua lotta contro un’organizzazione terroristica “che la sua nazionale…

Source link