“Per OPC UA FX ci sarà solo una via da seguire”

Quando nel 2016 è stata presentata la combinazione del protocollo M2M OPC UA con la sincronizzazione tramite Time-Sensitive Networking (TSN), l’idea di una comunicazione deterministica standardizzata Industry 4.0 è stata l’ispirazione. Il livello di campo è stato anche incluso sotto l’ombrello della Fondazione OPC tramite l’iniziativa Field Level Communications (FLC): il risultato sono le specifiche OPC UA FX (Field eXchange). Abbiamo chiesto a Elmar Zimmerling, Product Manager Industrial IoT Network Solutions di B&R Industrial Automation GmbH, Eggelsberg, se le aspettative sono state soddisfatte.

Intervista: Michael Corban, caporedattore di elektro AUTOMATION

elettro AUTOMAZIONE: Nel 2016, B&R è stato uno degli iniziatori dei cosiddetti Shapers, che vogliono stabilire uno standard di comunicazione uniforme con vero determinismo basato su OPC UA e TSN. A che punto siamo oggi dal punto di vista di B&R?

Elmar Zimmerling (B&R): Sono molto contento della direzione in cui stiamo andando con OPC UA FX. Alla fiera SPS 2021 avremmo potuto mostrare ciò che è già possibile utilizzando una demo multivendor e la comunicazione controller-to-controller. Avrei voluto che avessimo fatto più progressi su alcuni punti, ma non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando nientemeno che di un approccio dirompente alla sostituzione della piramide dell’automazione con le sue soluzioni speciali che conosciamo da molti anni – soprattutto a livello di campo.

L’interblocco tecnologico e le sinergie dei meccanismi TSN con il framework di OPC UA sono infine concepiti congiuntamente con la partecipazione diretta e la cooperazione tra concorrenti nel mercato dell’automazione e quindi validamente specificati – in inglese si parla di coopétition. Solo una tale “nuova normalità” di una rete IT/OT convergente di sistemi cyber-fisici sarà in grado di soddisfare in modo affidabile e coerente i requisiti di automazione IT attuali e futuri. Il motivo è ovvio: senza questa nuova base non ci sarà l’Industria 4.0 e gli ostacoli nell’uso dell’apprendimento automatico e successivamente dell’intelligenza artificiale (AI) non saranno superati.

READ
Secondo Microsoft, Sony non lo voleva su PlayStation

Requisiti di comunicazione Industria 4.0

elettro AUTOMAZIONE: Anche lo sviluppo verso uno standard indipendente dal produttore è stato deliberatamente delegato alla Fondazione OPC e lì è stata fondata l’iniziativa Field Level Communications (FLC) in vista del livello di campo. Il risultato sono le “Specifiche OPC UA FX (Field eXchange)”. Questo riflette l’approccio e le aspettative di B&R?

Zimmerling: Era giusto e importante dare questa grande idea, questa piccola pianta allora ancora tenera, una casa sicura e il giusto terreno fertile: la Fondazione OPC è predestinata per questo. L’iniziativa FLC, in particolare, comprende ora le più importanti aziende del settore dell’automazione con 27 membri in tutto il mondo. In altre parole, più di 300 esperti sono coinvolti nell’implementazione, ovvero le specifiche dei vari moduli tecnologici OPC UA FX. Con OPC UA FX, questo include TSN, ovviamente, ma anche sicurezza funzionale, gestione della connessione di rete, messaggistica editore/abbonato, tecnologia di azionamento, I/O remoto e molto altro. È anche importante che l’FLC abbia inserito nella sua agenda non solo l’armonizzazione dell’automazione di fabbrica, ma anche quella dell’industria di processo. D’altra parte, questo chiarisce anche perché tutto ciò richiede tempo: tempo per conoscersi e creare fiducia. Dopotutto, siamo tutti tecnici purosangue, ma allo stesso tempo siamo anche persone con le nostre opinioni e punti di vista. Tuttavia, siamo sulla strada giusta: il treno viaggia sempre più veloce.

elettro AUTOMAZIONE: Ci sono altri requisiti che vorresti vedere implementati da B&R?

Zimmerling: Il framework OPC UA FX è costituito da alcuni elementi fondamentali della tecnologia. Soprattutto in vista del nostro portafoglio di automazione innovativo per le migliori soluzioni nell’ingegneria meccanica, il determinismo gioca un ruolo importante. Ad esempio, quando si pensa al controllo rapido nel campo della tecnologia di azionamento o al controllo integrato dell’immagine basato sulla telecamera. Quando si tratta della necessaria flessibilità dei processi produttivi, delle macchine e non solo, anche la sicurezza “intelligente” delle macchine sarà decisiva. Tutto ciò si trova già sulla roadmap di FLC e siamo ben rappresentati e attivi nei gruppi di lavoro di esperti noi stessi o tramite la nostra società madre ABB. In sintesi, posso dire che le nostre esigenze sono tutte prese in considerazione.

READ
Offerta tablet: Samsung Galaxy Tab S8, S8 Plus e S8 Ultra ai migliori prezzi direttamente dal produttore

OPC UA FX come standard per la comunicazione industriale

elettro AUTOMAZIONE: Dopo bus di campo e…

Source link