USA: la sparatoria alla scuola elementare del Texas ne uccide 21! Il messaggio dell’autore è diventato pubblico

  1. Pagina iniziale
  2. Livido

Creato: Aggiornato:

Von: Richard Strobl

Una sparatoria si è verificata in una scuola elementare del Texas, negli Stati Uniti. Attualmente si parla di più di 20 morti. Tutte le novità le trovate nel nostro ticker.

  • furia nel Stati Uniti d’America: Almeno 21 persone sono state uccise in una scuola elementare del Texas.
  • Si dice che le vittime siano 19 bambini e due adulti.
  • Si dice che l’autore sia un diciottenne della cittadina di Uvalde, dove è avvenuto il delitto.

Aggiornamento dal 25 maggio alle 10:24: Molte celebrità sono anche scioccate dalla sparatoria in Texas. La cantante pop statunitense Taylor Swift (32) si è rivolta ai suoi fan con parole commoventi dopo il massacro della scuola. “Sono pieno di rabbia e tristezza e così distrutto dagli omicidi di Uvalde. Attraverso Buffalo, Laguna Woods e tanti altri. A proposito, noi come nazione siamo stati condizionati da un dolore incredibile e insopportabile”, ha scritto la superstar su Twitter.

Swift ha condiviso questo Video del campione di basket allenatore Steve Kerr dai Golden State Warriors. Martedì sera (ora locale) in una conferenza stampa prima della partita dei playoff ai Dallas Mavericks, ha chiesto controlli più severi sulle armi negli Stati Uniti in uno sfogo emotivo. Proprio come il presidente Bide prima di lui. Il 56enne ha parlato direttamente con 50 senatori che finora hanno impedito requisiti di armi più severi. Le parole di Kerr sono vere, “e tagliano così in profondità”, ha scritto Swift.

Posizione della scuola colpita in Texas.
Posizione della scuola colpita in Texas. © Grafico: S. Stein, Editore: M. Lorenz

Sparatoria in una scuola elementare in Texas: messaggio dell’autore reso pubblico su Instagram

Aggiornamento dal 25 maggio, ore 9:19: Prima della follia omicida in una scuola elementare, l’autore aveva apparentemente informato un minore su Instagram del suo crimine. Dal punto di vista odierno, almeno, i suoi suggerimenti sembrano chiari: ancora una volta, un uomo armato ha annunciato in anticipo il suo atto su Internet.

READ
La mamma dimentica il bambino (1) in macchina e va al lavoro

Il 22 maggio, un utente di Instagram ha pubblicato una foto con due fucili AR-15 sotto il nome utente “salv8dor_” e ha taggato la ragazza, che lei stessa non è del Texas. Lei stessa ha reso pubblica questa connessione e si chiede se avrebbe potuto impedire l’omicidio. “Vorrei aver almeno cercato di impedirgli di commettere il suo crimine”, ha scritto, ad esempio CNN segnalato.

Nella chat, l’autore del reato ha prima chiesto alla ragazza di ripubblicare le foto con le sue armi. Alla domanda su cosa c’entrasse, l’uomo armato ha risposto: “Sto per farlo”. La minorenne ha chiesto e ha ottenuto solo la risposta: “Ho un piccolo segreto”. Quindi la cronologia della chat è terminata.

Aggiornamento dal 25 maggio alle 7:44: L’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha espresso le sue condoglianze alle famiglie del massacro in una scuola elementare del Texas e ha espresso rabbia nei confronti della lobby delle armi. “Michelle ed io piangiamo con le famiglie di Uvalde”, ha scritto il 60enne martedì sera (ora locale). Twitter. “Stai vivendo un dolore che nessuno dovrebbe sopportare.” Anche lui e sua moglie sono arrabbiati, ha aggiunto il democratico americano, criticando in questo contesto l’opposizione repubblicana degli Stati Uniti.

“Il nostro Paese è paralizzato, non dalla paura, ma da una lobby di armi e da un partito politico che non ha mostrato alcuna volontà di fare nulla per prevenire queste tragedie”, ha detto Obama.

Notizie di sparatorie nelle scuole in Texas: il presidente degli Stati Uniti Biden promuove leggi più severe sulle armi

Aggiornamento dal 25 maggio alle 6:08: Dopo l’attacco a una scuola elementare nello stato americano del Texas, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto un’azione più dura contro la dilagante violenza armata. “Quando, in nome di Dio, ci alzeremo alla lobby delle armi?”, ha detto Biden martedì sera (ora locale). È giunto il momento “di trasformare questo dolore in azione, per ogni genitore, ogni cittadino di questo Paese”.

READ
I test gratuiti richiedono giorni: il blocco della corona blocca i cinesi a Disneyland

“Sono disgustato e stanco”, ha aggiunto. “Non dirmi che non possiamo avere voce in capitolo in questo massacro”, ha detto, parlando ai repubblicani contrari a leggi più severe sulle armi. Il flusso di armi nel paese, in particolare fucili d’assalto, deve essere regolamentato in modo più rigoroso.

Nel frattempo, il bilancio delle vittime è stato rivisto al rialzo. Si dice che almeno 19 studenti siano stati uccisi nel corso della furia – e due adulti.

Aggiornamento dal 24 maggio alle 23:44: Anche presidente degli Stati Uniti Joe Biden è già informato della follia omicida. La segretaria stampa Karine Jean-Pierre ha twittato: “Le sue preghiere sono con le famiglie colpite da questo orribile evento e terrà un discorso una volta tornato alla Casa Bianca stasera”. La dichiarazione…

Source link