Ucraina: Selenskyj insiste sui colloqui diretti con Putin

DIl presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha avuto colloqui diretti con il capo di stato russo Wladimir Putin pestato. In un discorso al World Economic Forum di Davos, ha nuovamente rifiutato le consultazioni sugli intermediari. Se Putin comprende la realtà, allora c’è la possibilità di trovare una via diplomatica per uscire dal conflitto, ha detto. Per questo, Putin deve lasciare la sua bolla.

La leadership di Mosca dovrebbe ritirare le proprie truppe sulle linee prima di iniziare l’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio. “Potrebbe essere un primo passo verso i colloqui”. Selenskyj ha sottolineato che non rinuncerà a nessun territorio ucraino in cambio della pace. “L’Ucraina combatterà finché non avrà indietro tutto il suo territorio”, ha detto. La Russia non sta attualmente negoziando seriamente.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha chiesto la completa sospensione del commercio occidentale con la Russia. Le sanzioni dovrebbero essere portate al livello successivo. “Il mondo dovrebbe smettere di acquistare beni e servizi russi e smettere di commerciare con la Russia”, ha detto. Altrimenti, il denaro aiuterà a mantenere in funzione “la macchina russa per i crimini di guerra”. L’Occidente deve accettare che l’obiettivo finale deve essere una vittoria per l’Ucraina.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori dei contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite privacy in fondo alla pagina.

Tutti gli sviluppi nel live ticker:

12:18 – Feriti e danni dopo l’attacco a Pokrovsk nell’Ucraina orientale

Le forze russe hanno attaccato la città di Pokrovsk nell’Ucraina orientale. Il direttore amministrativo Ruslan Trebushkin ha dichiarato su Facebook che i danni e il numero di feriti dopo gli attacchi mattutini sono ancora in fase di determinazione. Secondo l’agenzia di stampa AP, un impatto avrebbe lasciato un cratere profondo almeno tre metri in cui giacevano i resti di un razzo ancora fumante. Un certo numero di case basse vicino al luogo dell’impatto ha subito ingenti danni, con tegole del tetto fatte saltare via, telai delle porte strappati dai muri e frammenti di cemento sparsi.

READ
Confronto con Chernobyl: Selenskyj avverte di catastrofe nucleare dopo gli attacchi alle centrali nucleari - politica

12:11 – Russia: riprende le operazioni il porto di Mariupol

Dopo tre mesi di combattimenti, il porto ucraino di Mariupol ha ripreso le operazioni, secondo l’esercito russo. Il portavoce del ministero della Difesa russo, il maggiore generale Igor Konashenkov, ha affermato che i militari hanno completato lo sminamento nel porto. Questo è ora pienamente operativo. Le forze russe hanno preso il controllo di Mariupol sul Mar d’Azov dopo che gli ultimi difensori ucraini delle acciaierie Azovstal hanno deposto le armi.

11:43 – Baerbock avverte di “stanchezza da guerra”

Il ministro degli Esteri federale Annalena Baerbock ha messo in guardia dalla “stanchezza della guerra” nei paesi occidentali. “Siamo arrivati ​​a un momento di stanchezza”, ha detto Baerbock a Kristiansand dopo la conclusione del CBSS. Tuttavia, le sanzioni contro la Russia e gli aiuti all’Ucraina devono essere mantenuti. Il crescente scetticismo è anche legato al fatto che la guerra d’aggressione russa sta portando a un aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari. Ma questa è proprio la tattica usata dal presidente russo Vladimir Putin. Ecco perché è così importante continuare a sostenere l’Ucraina.

10:26 – Governo locale: sei civili uccisi nei bombardamenti nell’Ucraina orientale

Almeno sei civili sono stati uccisi nei bombardamenti russi nella città di Sieverdonetsk, nell’Ucraina orientale, secondo il governatore della regione di Luhansk. Altre otto persone sono rimaste ferite nelle ultime 24 ore, ha affermato il governatore Serhij Hajdaj. Hajdaj ha accusato i soldati russi di aver attaccato deliberatamente i rifugi per civili. Sieverdonetsk e le città circostanti sono l’unica area di Luhansk ancora controllata dal governo ucraino.

READ
Iran: "colpi di gioia" mortali al matrimonio

09:08 – Zelenskyy: l’Ucraina lotta per l’intero…

Source link