Premier League: il governo britannico approva la vendita del Chelsea

Stato: 25/05/2022 11:12

Il governo britannico ha approvato l’acquisizione del club della Premier League inglese Chelsea da parte di un consorzio guidato dall’uomo d’affari statunitense Todd Boehly.

Todd Boehly

Immagine: Adam Davy/PA Wire/dpa

Il prezzo per il club londinese attorno all’allenatore Thomas Tuchel e ai nazionali della DFB Timo Werner e Kai Havertz è di 4,25 miliardi di sterline (quasi cinque miliardi di euro). Il governo ha sottolineato che era assicurato che il denaro non sarebbe andato a beneficio del precedente proprietario, Roman Abramovich. Piuttosto, l’obiettivo è sostenere le vittime della guerra in Ucraina.

L’oligarca russo era stato sanzionato per la guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina. La Premier League aveva già approvato l’accordo.

Il futuro del Chelsea era incerto a causa delle sanzioni contro Abramovich

“Ieri sera il governo del Regno Unito ha raggiunto una posizione in cui possiamo rilasciare una licenza che consenta la vendita del Chelsea Football Club”, si legge nel comunicato del governo. “In seguito alla sanzione di Roman Abramovich, il governo ha lavorato duramente per garantire che il Chelsea Football Club possa continuare giocare a calcio. Tuttavia, abbiamo sempre capito che il futuro a lungo termine del club può essere assicurato solo con una nuova proprietà”.

Il futuro del club era stato incerto a causa delle sanzioni contro Abramovich. Era necessaria l’approvazione del governo e della lega perché i beni dell’oligarca russo erano stati congelati.

Dietro il consorzio di acquirenti ci sono l’americano Boehly, che è anche co-proprietario della squadra di baseball dei Los Angeles Dodgers, il multimiliardario svizzero Hansjörg Wyss e l’uomo d’affari statunitense Mark Walter. È probabile che in futuro la quota maggiore del club londinese sarà detenuta dall’investitore statunitense Clearlake Capital.

READ
Sainz il più veloce dopo gli errori dei favoriti

Quelle: sportschau.de

Source link