Il tributo a Galileo svelato mentre Juice dice “Addio Europa”.

Agenzia

20/01/2023
16 visualizzazioni
piace

Una targa in onore della scoperta delle lune di Giove da parte di Galileo è stata svelata sul Jupiter Icy Moons Explorer dell’ESA, Juice. Il veicolo spaziale ha appena completato i test finali prima di partire da Tolosa, in Francia, per lo spazioporto europeo, dove è iniziato il conto alla rovescia per il lancio di aprile.

Come parte degli ultimi preparativi, sulla navicella spaziale è stata svelata una targa in onore dell’astronomo italiano Galileo Galilei, che fu il primo ad osservare Giove e le sue quattro lune più grandi attraverso un telescopio nel gennaio 1610. La sua osservazione che le lune cambiano posizione da una notte all’altra ha ribaltato l’idea di lunga data che tutto nel cielo ruotasse intorno alla terra. In suo onore, le lune Io, Europa, Ganimede e Callisto divennero note come lune galileiane.

“L’inaugurazione della targa commemorativa è un momento bellissimo in questo intenso capitolo dei preparativi per il lancio del veicolo spaziale”, ha affermato Giuseppe Sarri, project manager di Juice dell’ESA. “Non è solo un’opportunità per fare una pausa e riflettere sui decenni di duro lavoro che sono stati necessari per progettare, costruire e testare il veicolo spaziale. È anche un’opportunità per celebrare la curiosità e la meraviglia di tutti coloro che hanno mai guardato Giove nel cielo notturno e contemplato le nostre origini, l’ispirazione per questa missione”.

Risposte ai grandi interrogativi dell’umanità

Tre delle lune più grandi di Giove – Europa, Ganimede e Callisto – intrappolano enormi quantità di acqua sotto la loro superficie, molto più grandi degli oceani terrestri. In orbita attorno a pianeti giganti piuttosto che a stelle calde, queste lune delle dimensioni di un pianeta ci forniscono indizi entusiasmanti sulle possibili condizioni per la vita oltre il nostro pianeta azzurro pallido. Giove e la sua famiglia di grandi lune sono un ottimo esempio di sistemi di pianeti gassosi giganti in tutto l’universo e sono tra gli obiettivi più interessanti del nostro sistema solare.

READ
Come nascondere lo stato di Whatsapp a determinati contatti

L’ESA e i suoi partner internazionali stanno per inviare Juice in un viaggio alla scoperta di questo affascinante pianeta e delle sue meravigliose lune. Con i suoi potenti strumenti, Juice vedrà Giove e le sue lune in modi che Galileo non avrebbe mai sognato. I dati forniti dalla navicella spaziale aiuteranno molte future generazioni di scienziati a svelare i misteri del sistema di Giove e il suo ruolo nell’evoluzione del nostro sistema solare.

Esplora Giove

“Con l’avvicinarsi del lancio di Juice, ricordiamo il lungo viaggio del veicolo spaziale attraverso vari siti Airbus in Europa fino all’integrazione finale e gli oltre 500 dipendenti Airbus che hanno preparato il veicolo spaziale per il suo viaggio di otto anni”, afferma Cyril Cavel, Project Manager di Juice presso Airbus Difesa e Spazio. “È stata un’avventura incredibile dare vita alla visione dell’ESA e, infine, studiare in profondità Giove e le sue lune ghiacciate, insieme a più di 80 aziende provenienti da tutta Europa”.

Un trio di pietre miliari

Solo nelle ultime settimane sono stati raggiunti tre importanti traguardi. A dicembre, il veicolo spaziale ha completato un ultimo test di vuoto termico per confermare che è pronto per le rigide temperature dello spazio.

La scorsa settimana, un “test di convalida del sistema” finale ha visto il veicolo spaziale con base a Tolosa “interconnettersi” con il Controllo missione presso il Centro per le operazioni spaziali (ESOC) dell’ESA a Darmstadt per simulare le attività iniziali post-lancio che coinvolgono le varie celle solari, i bracci e le apparecchiature Juice distribuire con la versione finale del software di volo.

Infine, e soprattutto, il 18 gennaio, il test di qualificazione e accettazione ha confermato la disponibilità a procedere con i preparativi per il lancio presso lo spazioporto.

READ
La serie di successo di Nintendo sta finalmente entrando nel prossimo round

Juice ne avrà uno ad aprile Arianna 5 take off – l’ultima missione dell’ESA a volare su questo veicolo di lancio prima del Arianna 6 subentra il successore.

Grafica della sequenza temporale dei passaggi successivi dal kit multimediale

Preparati per un viaggio insidioso

Source link