Nuovo segretario alla Difesa: “Per ogni evenienza” – Pistorius fa contare i carri armati Leopard 2

all’estero Nuovo Segretario alla Difesa

“Per ogni evenienza” – Pistorius fa contare i carri armati Leopard 2

“Buoni motivi a favore e buoni motivi contro la consegna del Leopardo”

All’inizio della riunione del gruppo di contatto ucraino, gli Stati Uniti e l’Ucraina hanno sottolineato l’urgenza di ulteriori aiuti militari nella guerra contro la Russia. La Germania è sotto pressione per fornire i principali carri armati Leopard. Ora il nuovo ministro della Difesa Boris Pistorius ha commentato lo stato dei colloqui.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite la privacy in fondo alla pagina.

Come uno dei primi atti ufficiali, il ministro della Difesa federale Boris Pistorius ha commissionato un controllo dell’inventario del carro armato principale Leopard. La questione della licenza di esportazione non è stata ancora decisa, ha sottolineato il politico della Spd.

DLa Germania si sta preparando a consegnare i principali carri armati Leopard 2 all’Ucraina, ma non ha ancora preso una decisione in merito. Ministro della Difesa Boris Pistorius (SPD) ha dichiarato venerdì a margine della conferenza ucraina presso la base aerea statunitense di Ramstein di aver dato al suo ministero l’ordine “stamattina” di verificare la disponibilità e il numero di questi carri armati.

“Ci stiamo preparando allo scenario peggiore”, ha detto Pistorius nella dichiarazione programmata con breve preavviso. La decisione su una licenza di esportazione è stata discussa, ma non ancora decisa. “Non c’è un’opinione uniforme”, ha detto Pistorius a proposito delle deliberazioni tra i membri del cosiddetto Gruppo di contatto ucraino. La decisione sarà presa “il prima possibile”.

anche letto

Jacques Schuster scrive che chiunque prometta un sostegno di vasta portata deve far seguire a queste parole i fatti

opinione spedizioni di armi

Quando i giornalisti stranieri hanno chiesto perché la Germania stesse esitando, Pistorius ha risposto in un inglese fluente: “Non stiamo esitando, stiamo solo facendo attenzione”. “Non mi assumo la colpa, sono in carica solo da 24 ore”.

Inoltre, la Germania ha promesso all’Ucraina più armi e attrezzature per un valore di un miliardo di euro, ha affermato Pistorius. Con questo “pacchetto primavera” il volume totale degli aiuti militari tedeschi dall’inizio della guerra è salito a 3,3 miliardi di euro. Tuttavia, le singole consegne da lui menzionate erano già state annunciate in precedenza.

Questi includono un’unità del sistema di difesa aerea Patriot, altri sette carri armati antiaerei Gepard e un altro sistema di difesa aerea Iris-T SLM con missili guidati aggiuntivi. “Alla fine del pacchetto di primavera si parla di poco più di un miliardo di euro”, ha detto Pistorius. La difesa aerea è attualmente la priorità numero uno.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite la privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. Il tema più importante analizzato dalla redazione di WELT e le date del giorno. Iscriviti al podcast su Spotify, Podcast Apple, Musica Amazon o direttamente tramite feed RSS.

Source link

READ
Al via il vertice sul clima, infuria la guerra: gli Stati africani affrontano la prossima delusione