I tedeschi hanno paura di non potersi più permettere la macchina

L’aumento dei prezzi e dei costi di manutenzione sta facendo sì che i tedeschi si preoccupino maggiormente della loro mobilità. L’auto rimane un importante mezzo di trasporto.

L’anno 2022 è stato difficile per il mercato automobilistico: Problemi di consegna, lunghi tempi di attesa e mancanza di pezzi dominavano la quotidianità. Ciò ha colpito fiori bizzarri – così potrebbe, per esempio Porsche o Guado le auto quasi finite non vengono consegnate perché mancavano i singoli componenti come l’emblema del marchio.

Tuttavia, l’effetto peggiore sull’umore degli acquirenti è l’aumento dei prezzi, come mostra il rapporto annuale di Deutsche Automobil Treuhand (DAT): la metà dei proprietari di auto ha ora paura di non potersi più permettere l’auto a causa degli sviluppi attuali e aumenti di prezzo.

L’auto è indispensabile per molti, specialmente nelle zone rurali

Per lo studio, l’istituto di ricerca d’opinione GfK ha intervistato 4.600 privati ​​che Auto possiede o ha recentemente acquistato. Per la maggior parte di queste persone l’auto è estremamente importante: il 77 per cento afferma che l’auto è essenziale per garantire la mobilità nella vita di tutti i giorni. Questo è sicuramente un punto debole dello studio, in quanto pone la parte opposta, ovvero i non possessori di auto (12,66 milioni di famiglie in Germania secondo Statista) e le loro ragioni contro un’auto – escluse.

La valutazione dell’auto come fattore importante nella vita di tutti i giorni è correlata anche alla valutazione di come il trasporto pubblico locale sia ben organizzato nelle singole regioni: mentre l’86 per cento dei residenti nelle grandi città con più di 100.000 abitanti ha dichiarato che il trasporto locale è molto buono o ben sviluppato, il 66 per cento dei residenti di piccoli comuni con meno di 20.000 abitanti lo ritiene cattivo o pessimo. Di conseguenza è più importante qui possedere un’auto.

READ
La condivisione delle password non sarà più consentita dal 2023

Prezzi alti, acquisti falliti

La scarsa offerta di auto nuove e usate ha fatto salire i prezzi estremamente verso l’alto. Il prezzo medio di un’auto usata è aumentato del 19% in un anno, passando da 15.740 a 18.000 Euro (Nel 2013 era ancora 9.420 euro). Le auto nuove costavano in media 5.000 euro in più, da 37.790 a 42.790 euro (più il 13 percento), un massimo storico. Dieci anni fa un’auto nuova costava 27.030 euro, secondo il DAT.

Secondo i risultati del sondaggio, i prezzi elevati e la mancanza di offerte hanno fatto sì che il 13% degli interessati alla fine non abbia effettuato un acquisto. Il 36 percento ha trovato i prezzi delle auto usate troppo alti, il 31 percento ha sottolineato che dovevano risparmiare.

Source link