400 miliardi per il bilancio della difesa: Macron vuole rafforzare la deterrenza nucleare

400 miliardi per il bilancio della difesa
Macron vuole rafforzare la deterrenza nucleare

Il presidente francese Macron insiste su una strategia comune per gli Stati membri per difendere l’Europa. Ne parlerà anche domenica alla riunione ministeriale franco-tedesca. La stessa Parigi vuole dare il buon esempio e raddoppiare le spese militari.

Il presidente Emmanuel Macron vuole aumentare drasticamente le spese militari della Francia. Dal 2024 al 2030, il budget dell’esercito dovrebbe aumentare a 400 miliardi di euro, ha detto Macron alla base aerea di Mont-de-Marsan. Considerando gli aumenti dal 2019, ciò significa un raddoppio della spesa militare della Francia e il più grande sforzo di difesa degli ultimi 50 anni. L’esercito deve essere in grado di reagire più rapidamente e acquisire forza rapidamente, ha affermato.

In vista della guerra in Ucraina, anche la Francia aumenterà la sua deterrenza nucleare, ha affermato Macron. “Non c’è più dividendo di pace dopo l’attacco all’Ucraina lanciato dalla Russia”. Per garantire la difesa dell’Europa e dei suoi alleati, sono necessari più materiale militare e maggiore reattività. Il presidente ha annunciato maggiori investimenti in ricognizione, difesa dagli attacchi informatici e nuove portaerei e sistemi di droni.

La politica di difesa comune europea deve essere ulteriormente rafforzata, ha affermato Macron. Oltre all’integrazione tecnica delle forze armate ea una strategia comune, si tratta della capacità europea di condurre congiuntamente una vasta operazione militare. Per la Francia, questo significa poter fornire fino a 20.000 soldati.

Scholz tiene un discorso alle riunioni ministeriali

I temi dell’economia e dell’energia, della sicurezza e della difesa e della politica europea saranno anche al centro dell’incontro ministeriale franco-tedesco questa domenica a Parigi. Lo ha annunciato a Berlino dagli ambienti governativi. L’incontro inizia alle 11 con una cerimonia all’Università della Sorbona, alla quale si riuniscono i rappresentanti di entrambi i parlamenti e i governi sono invitati come ospiti.

Macron e il cancelliere Olaf Scholz vogliono tenere discorsi in aggiunta ai rispettivi presidenti del parlamento. Nel pomeriggio si riunisce il cosiddetto Consiglio dei ministri franco-tedesco, che riunisce i gabinetti delle due parti. È prevista una dichiarazione congiunta. La questione dell’ulteriore sostegno militare all’Ucraina, attaccata dalla Russia, sarà uno degli argomenti di un round con Scholz, Macron e i ministri degli Esteri e della Difesa di entrambe le parti. Verrà discussa anche la cooperazione nell’UE e nella NATO.

Secondo le informazioni tedesche, la sezione affari dovrebbe occuparsi, tra l’altro, della cooperazione nel settore energetico, in cui entrambi i paesi si aiutano a vicenda con le consegne, il passaggio a un sistema economico più rispettoso del clima e la gestione della legge anti-inflazione statunitense , che prevede investimenti miliardari per la protezione del clima. Tuttavia, le sovvenzioni ei crediti d’imposta sono legati alle aziende che utilizzano prodotti statunitensi o li producono loro stessi negli Stati Uniti, motivo per cui le persone in Europa temono svantaggi per le aziende nazionali.

L’incontro era originariamente previsto per ottobre, ma è stato poi annullato. La parte tedesca lo ha giustificato con la continua necessità di coordinamento. All’epoca, dall’Eliseo si diceva che le questioni importanti della difesa e dell’energia dovevano essere ulteriormente discusse. Questo non dovrebbe essere visto come un deterioramento delle relazioni franco-tedesche.

Source link

READ
100 delfini uccisi nelle Isole Faroe: ora massacrano persino le pinne! | Notizia