L’episodio 1 ha la scena più inquietante della stagione di The Last of Us

“The Last of Us” è un inizio brillante che sorprende anche gli intenditori di videogiochi – e non è l’unico motivo per cui è spietatamente efficace.

L’ultimo di noi

Poster The Last of Us Staffel 1

– Questo articolo riflette l’opinione dell’autore e non necessariamente quella di kino.de. Seguono spoiler per l’episodio 1 di The Last of Us! –

Il primo momento clou della serie nel 2023 è iniziato, perché “L’ultimo di noi” ha convinto entrambi i critici con l’episodio 1 così come la maggior parte dei fan. Showrunner Craig Mazin (“Chernobyl”) e Neil Druckmann, che ha già creato il modello del videogioco, apparentemente sono riusciti a soddisfare le aspettative elevate, il che non è scontato con un modello così popolare.

Trasmetti in streaming “The Last of Us” in esclusiva su Wow e Sky

Ovviamente nessun adattamento della serie può fare a meno di modifiche, tanto più che altrimenti sarebbe un po’ noioso per i fan che già conoscono il videogioco. Mazin e Druckmann hanno voluto chiarire con la prima scena che qui ci aspetta una nuova versione della storia. Mazin ha rivelato di recenteche in realtà aveva in mente una rappresentazione drastica per il cosiddetto Cold Open, cioè una scena che viene mostrata prima dell’introduzione: voleva mostrare come il fungo Cordyceps, che esiste davvero, infetta una formica e prende il sopravvento. Secondo lui, questo avrebbe spiegato tutto e sulla carta suona davvero come un’introduzione disgustosa e quindi appropriata. Druckmann ha trovato questo inizio troppo noioso, motivo per cui Mazin ha dovuto pensare a qualcosa di nuovo – e alla fine ha avuto l’idea per la scena peggiore dell’intera stagione per me.

READ
"Red Roses": replica dell'episodio 3590, stagione 20 online e in TV

Perché anche prima dell’inizio mi è stato permesso di vedere tutti e nove gli episodi di “The Last of Us” – Puoi leggere le critiche senza spoiler della mia collega Julia e della tua qui – e davvero nessuna scena mi ha lasciato con una tale sensazione di orrore come l’apertura del talk show. L’episodio 1, ovviamente, ci offre l’orribile e straziante morte di Sarah (Nico Parker) e gli altri episodi forniscono alcuni momenti salienti. L’unico problema è che con molti di loro li conosco già dal gioco, quindi in realtà per me non erano così devastanti e brutalmente efficaci come quelli in confronto talk show apparentemente noioso del 1968.

Al contrario, Corona è ancora innocuo

L’intera struttura di questa sequenza divenne ovvia progettato pensando alla pandemia della coronache ha sconvolto il mondo negli ultimi anni, ha cambiato tutte le nostre vite (in parte in modo permanente) e finora è costata la vita a oltre 6,7 milioni di persone in tutto il mondo (tramite New York Times). Quindi, quando l’epidemiologo che sentiamo per primo sulla scena avverte del potenziale impatto di un virus influenzale che imperversa a livello globale, sappiamo esattamente di cosa sta parlando perché è diventata la nostra realtà vissuta nel 2020.

Ciò lascia il dott. Neumann (“La mummia”star John Hannah), il secondo epidemiologo del talk show, ma freddo. Una tale pandemia di virus, che in realtà è riuscita a fermare il nostro mondo, non gli ha privato del sonno, come ammette francamente. Avremmo dovuto fare i conti con i virus ancora e ancora, ma l’umanità ha sempre saputo affermarsi, ed è quello che stiamo vivendo attualmente nel nostro Paese. Pertanto avverte di un innesco epidemico molto peggiore: Funghi.

READ
"Anianimals": replica dell'episodio 8, stagione 2 online e in TV

Le risate del pubblico hanno portato il Dr. Neuman poi abilmente messo a tacere, perché ha disegnato un’immagine davvero orribile. Una pandemia causata da un fungo parassita che non solo uccide le sue vittime, ma ne controlla il comportamento e comincia a decomporle dall’interno, mantenendo comunque in vita l’ospite. Anche coloro che non hanno consumato i giochi “The Last of Us” dovrebbero aver già capito che in realtà suona peggio di un’infezione da virus. I fan del gioco avrebbero sicuramente avuto impressioni chiare da questo schizzo scioccante: l’infetto era controllato dal fungo e altri umani che attaccavano per diffondere l’infezione. E dei diversi stadi degli infetti, la cui carne viene sempre più distrutta dal fungo e sostituita da esso, il che li rende praticamente irriconoscibili come esseri umani a distanza di anni.

Quando “The Last of Us” sembra improvvisamente spaventosamente reale

In questa sequenza, Craig Mazin mostra tutta la sua classe, che aveva già mostrato con “Chernobyl”. Perché riesce a trasmettere un tale devastante, immagine horror esistenzialmente minacciosa disegnare che da spettatore ne sono completamente affascinato e anche giorni dopo è sempre…

Source link