Potenza di calcolo M2 in miniatura: recensione dell’Apple iPad Pro 11” (2022).

Quindi prova le compresse CHIP

Nel laboratorio di prova CHIP, testiamo gli ultimi modelli di tutti i produttori rilevanti sul mercato tedesco. Utilizziamo una procedura definita nei minimi dettagli, in cui tutti i candidati sono sottoposti a procedure identiche. Tutti i risultati all’interno di una categoria di valutazione sono confrontabili tra loro. La valutazione complessiva è composta da quattro componenti che coprono tutti gli aspetti rilevanti dell’uso quotidiano del tablet: qualità del display, prestazioni, dotazione, capacità della batteria.

Qualità di visualizzazione (35%): Il display è il componente individuale più importante di un tablet, qui investiamo molti test e misuriamo luminosità, contrasto, angoli di visualizzazione e riflessi. Ciò consente di affermare quanto sia facile leggere il contenuto sul tablet stesso e in condizioni di illuminazione difficili. Misuriamo la dimensione dello spazio colore e la neutralità del punto di bianco. Inoltre, nella valutazione sono incluse caratteristiche puramente tecniche come la densità dei pixel. Insieme, questi aspetti rappresentano il 35 percento del voto finale.

Risultati/prestazioni (25%): Un tablet deve essere abbastanza potente da eseguire le chiamate di programma, l’avvio e l’arresto del sistema il più rapidamente possibile. Anche lo scorrimento fluido di documenti estesi o siti Web impegnativi fa parte del profilo dei requisiti pratici. Oltre all’ispezione visiva, nel laboratorio di prova vengono utilizzati programmi di benchmark. Hai bisogno di test che forniscano risultati comparabili sia su Android che su iOS, come 3DMark, GFXBench e APPMark.

Batteria (20%): Le misurazioni della batteria nel processo di test rappresentano uno scenario pratico di carico a lungo termine: Abbiamo misurato l’autonomia del tablet più volte in diversi scenari applicativi: Ad esempio, durante una sessione Internet o durante la visione di un video, che è in gran parte automatizzato. Impostiamo il display su una luminosità media di 200 cd/m². Testiamo anche quanto tempo impiega una batteria completamente scarica per raggiungere nuovamente il 100% della capacità e fino a che punto può essere caricata in appena mezz’ora.

READ
Presentata ufficialmente la NVIDIA GeForce RTX 4000 con DLSS 3

Servizi (15%): La nostra classificazione delle apparecchiature si basa su una semplice lista di controllo. Quanta memoria ha il candidato? Quanti e quali canali di comunicazione (prese e standard radiomobile) sono disponibili? Quali extra può utilizzare l’utente oltre alle funzioni di base, com’è la fotocamera, ci sono penne di input o sensori aggiuntivi? I punti che un candidato raccoglie contano per il 20 percento della valutazione complessiva.

Appstore (5 %): Gli utenti di tablet Android con connessione al Play Store di Google e gli utenti di iPad non hanno restrizioni fondamentali. Ecco perché entrambi gli app store ottengono qui la valutazione 1.0. La situazione è diversa con i tablet, che sono basati su Android ma a cui è negato l’accesso all’app store ufficiale di Google. Per poter dare a questi dispositivi una valutazione complessiva equa e obiettiva, abbiamo verificato quanto è buono il loro supporto per le app.

Differenziamo tre volte qui: se i programmi che stai cercando sono disponibili nell’app store preinstallato del telefono cellulare (ad es. Huawei AppGallery), ottieni il punteggio pieno. Valutiamo le opzioni di installazione tramite fonti esterne connesse e app store alternativi con la metà dei punti. Il motivo: qui gli utenti non sono al sicuro come nei grandi negozi testati e il ciclo di aggiornamento è un po’ più macchinoso. Non ci sono punti per strumenti non installabili che sono essenziali per determinati scopi.

Source link