Vanessa Huppenkothen: Schalke o Bayern? Il presentatore rivela la squadra preferita

Vanessa Huppenkothen è una star – in Messico, ovviamente, ma anche in Germania! Almeno dai Mondiali del 2014, il presentatore è noto anche a un pubblico tedesco più vasto.

La figlia dell’ex calciatore Dieter Huppenkothen (tra cui MSV Duisburg e Schalke 04), nata a Città del Messico, lavora in Messico come giornalista sportiva e di recente ha riferito della Coppa del Mondo 2022 dal Qatar.

Tuttavia, tra loro oltre due milioni di follower su Instagram anche numerosi fan tedeschi. La 38enne commenta regolarmente anche ciò che sta accadendo nel calcio sui suoi canali social: a dicembre, i suoi post emozionanti sulla fine dei Mondiali in Messico e in Germania sono diventati virali. (NOTIZIE: tutte le informazioni aggiornate sulla Bundesliga)

SPORT1 ha incontrato Huppenkothen a Città del Messico per un’intervista. Ha chiarito la sua squadra del cuore, ha dato speranza al calcio tedesco e ha spiegato perché recentemente ci sono stati problemi online su di lei.

Vanessa Huppenkothen: “Lettere a casa di mio padre”

SPORT1: Signora Huppenkothen, sa davvero quanto è famosa in Germania? Che hanno la loro base di fan in Germania?

Vanessa Huppenkothen: No, non lo sapevo. Ricevo alcuni messaggi dai fan su Instagram, Twitter. A volte mi mandi lettere a casa di mio padre, vive a Sigmaringen. È bello che ci siano persone ovunque che conoscono il mio lavoro, che mi conoscono, questo mi rende felice.

Non a tutti piace il trasferimento di Robert Lewandowski all'FC Barcelona: la conduttrice televisiva Vanessa Huppenkothen critica pubblicamente il comportamento del 33enne durante il poker di trasferimento.

FC Bayern: Vanessa Huppenkothen critica il trasferimento di Lewandowski all’FC Barcelona

SPORT1: Hai notato che alcuni dei tuoi post su Instagram stanno diventando virali e stanno diventando notizia?

Huppenkothen: So che diventano virali quando parlo della Bundesliga o di una squadra o di giocatori tedeschi. Ma anche questo fa parte del mio lavoro.

READ
Analisi tattica: come il Werder Brema è riuscito a vincere contro il VfL Bochum!

SPORT1: Parlando del tuo lavoro, sei ovviamente famoso in Messico. Più di recente, sei stato persino onorato dal Senato. Di cosa si trattava?

Huppenkothen: Ho partecipato a una cerimonia del Senato in onore di diverse donne nello sport per la loro carriera. Sono stato in televisione, televisione sportiva per 16 anni. È bello ricevere quel tipo di riconoscimento.

SPORT1: C’è stato un po’ di scalpore online su questa cosa. Di cosa si trattava?

Huppenkothen: È stato un po’ controverso perché qui la politica è sempre controversa. Quando entri in Senato, è come, ‘Farai parte del governo? Come può essere? Dopo tanti anni nello sport! Cosa darai allo stato?’ È sempre controverso. Ma soprattutto è stato un bel riconoscimento.

“Queste sono le mie due squadre preferite in Germania”

SPORT1: Torniamo allo sport… Qual è la tua squadra preferita in Messico? E qual è in Germania?

Huppenkothen: La mia squadra preferita in Messico è il Pachuca. I miei nonni materni ci sono venuti dopo la seconda guerra mondiale. E in Germania in realtà c’era lo Schalke, ma con gli alti e bassi… Beh, anche il mio cuore appartiene al Bayern Monaco. Bene, queste sono le mie due squadre preferite in Germania. (DATI: calendario Bundesliga)

SPORT1: Hai riferito della Coppa del mondo di calcio per ESPN ed eri in Qatar. Qual è stata la tua impressione del torneo, che notoriamente è stato oggetto di molte polemiche?

Huppenkothen: Era il mio quarto Mondiale ed era molto diverso da tutti gli altri. All’inizio ci sono state molte polemiche sui diritti umani e sul ruolo delle donne nel paese ospitante. Ma sentivo che il torneo stava andando bene, mi sono divertito molto, le partite erano fantastiche, il livello dei giocatori, le partite. Penso che sia stata una Coppa del Mondo molto buona. Non per il Messico, non per la Germania. (ride) Sono contento che ci sia stata una squadra forte che è diventata campione del mondo ed è stata l’Argentina. Si sono sempre concentrati su questo e questa è la cosa importante quando vai a un torneo come questo: hai il tuo obiettivo e non perdere te stesso o la testa in altre cose.

READ
Sorpreso dall'esultanza il muscoloso bavarese Goretzka: "Un po' esagerato, forse"
Con questo video su Instagram, la moderatrice Vanessa Huppenkothen mostra il suo disappunto per l'eliminazione di messicani e tedeschi ai Mondiali del 2022 in Qatar.

La presentatrice Vanessa Huppenkothen reagisce ad Aus der Deutschen ai Mondiali del 2022

SPORT1: Messico e Germania sono state eliminate nel turno preliminare, la squadra DFB per la prima volta in due tornei consecutivi di Coppa del Mondo. Cosa deve fare la Germania per tornare al vertice? O sono finiti i tempi in cui la Germania era una grande squadra?

Huppenkothen: Penso che i tedeschi abbiano questo modo di pensare: quando sono giù, risalgono. Ho ancora fiducia per il prossimo Mondiale. Penso che non fossero abbastanza concentrati. C’erano molte cose più importanti all’inizio della Coppa del Mondo. Avevano perso la concentrazione sul titolo. Ne avevano così tanti in mente, come il dibattito sugli assorbenti, penso che abbiano perso la strada. Ma credo ci sia un bel cambio generazionale nella squadra tedesca e i risultati…

Source link