Situazione incerta: il titolo Nordex crolla: Nordex corregge gli obiettivi annuali – possibili numeri in rosso | notizia

Nel 2022, quindi, solo nella migliore delle ipotesi sarà possibile raggiungere valori operativi in ​​nero. Piuttosto, l’azienda prevede una perdita operativa. “Dobbiamo presumere che alcuni di questi effetti ci accompagneranno nel prossimo anno”, ha affermato a sorpresa la società del CEO Jos Luis Blanco martedì sera dopo la chiusura della borsa di Amburgo.

Sul mercato azionario, la notizia spaventa gli investitori: The NordexI giornali scendono mercoledì scambiando l’indice a bassa capitalizzazione SDAX a volte dal 19,12 percento a 10,16 euro. Nel precedente minimo giornaliero, è addirittura sceso a 10,01 euro. Gli analisti non sono rimasti troppo sorpresi dall’avvertimento in sé, ma dalla portata.

Vivek Midha della banca statunitense Citigroup ha scritto di aver precedentemente considerato le prospettive di Amburgo troppo ambiziose e, secondo le dichiarazioni del concorrente danese Vestas, che una riduzione era possibile. Tuttavia, questo è evidente.

Con il senno di poi, William Mackie di Kepler Cheuvreux, che ha declassato Nordex a “Reduce” a metà mese, si è rivelato un bravo ragazzo. Inizialmente è seguita una forte ripresa, ma ora Mackie potrebbe avere ragione con il suo obiettivo di prezzo particolarmente basso di 7,80 EUR. A lungo termine, ha persino messo in dubbio il successo di Nordex come azienda indipendente.

L’esperto Anis Zgaya della banca d’investimento Oddo BHF ha declassato il titolo da una raccomandazione di acquisto a “neutrale”. Ci sono molte ragioni per i tagli previsti, la maggior parte delle quali non ricorrenti. L’analista si aspetta maggiori fluttuazioni dei prezzi fintanto che la situazione in Ucraina e Cina non migliorerà. Il collega analista Ajay Patel della banca di investimento statunitense Goldman Sachs ha commentato che l’annuncio non è del tutto sorprendente nell’ambiente attuale, ma dovrebbe comunque essere visto negativamente. Per l’intero anno, lo sconto sulle azioni Nordex è superiore al 21%. Secondo Constantin Hesse degli analisti di Jefferies, per il momento è probabile che le cose andranno in discesa, ma presume che la previsione corretta sia già stata in parte scontata.

READ
Postbank rende obbligatoria la nuova app

L’utile operativo prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento (margine EBITDA) non dovrebbe più essere compreso tra l’1 e il 3,5 percento delle vendite di Nordex, ma solo tra il 4 e lo 0 percento. L’Executive Board prevede anche un fatturato inferiore a quanto ipotizzato in precedenza: invece di 5,4-6,0 miliardi di euro, sarà probabilmente compreso tra 5,2 e 5,7 miliardi di euro. Per fare un confronto: Nordex ha chiuso l’ultimo anno con un fatturato di 5,4 miliardi di euro e un risultato operativo di 52,7 milioni di euro. Secondo il rapporto annuale, ciò corrisponde a un margine operativo dell’1%. Rimangono invariate le aspettative per investimenti di circa 180 milioni di euro e un coefficiente di capitale circolante inferiore a meno 7 per cento.

Nordex e molti dei suoi concorrenti hanno sofferto per molti mesi delle catene di approvvigionamento strette a causa della pandemia della corona e del massiccio aumento dei costi. Le materie prime e l’energia in particolare sono diventate molto più costose. Nordex è particolarmente colpita dai prezzi elevati dell’acciaio, ma anche, ad esempio, del nichel, come ha affermato il CEO Blanco in un’intervista all’agenzia di stampa finanziaria dpa-AFX a fine marzo. Blanco originariamente voleva ottenere un margine di profitto operativo dell’8% quest’anno. L’azienda ora descrive questo solo come un “obiettivo strategico a medio termine”. “La situazione attuale non è abbastanza sostenibile per essere redditizia”, ​​ha affermato il manager nell’intervista.

Il motivo addotto dalla società di Amburgo perché Nordex debba ora correggere le sue previsioni per l’anno è la guerra in Ucraina, tra le altre cose. Perché le sue conseguenze e gli effetti dei blocchi della corona in Cina non avrebbero potuto essere presi in considerazione a fine marzo “per insufficiente prevedibilità”. Ora sono incluse le conseguenze degli eventi geopolitici. Proprio come i costi aggiuntivi sostenuti da Nordex a seguito dell’attacco informatico di fine marzo. Oltre alle spese una tantum per la ristrutturazione della produzione, che il gruppo ha intrapreso da tempo per aumentare la redditività.

READ
Caravan Salon: i produttori di camper non possono consegnare

Nella nuova previsione, Nordex scompone ulteriormente i fattori di stress. Le scarse materie prime ei problemi di filiera hanno il maggiore impatto negativo. Secondo l’Executive Board, la situazione instabile e le interruzioni della catena di approvvigionamento, in particolare nel caso del trasporto marittimo, stanno avendo un impatto significativo sui progetti in corso. Ci sono significative carenze di acciaio e altri componenti critici. È vero che la portata e la portata sono difficili da stimare e ancora difficili da prevedere. Tuttavia, Nordex prevede che questi fattori aumenteranno il margine operativo di 2 fino a…

Source link