Le borse statunitensi chiudono in ribasso — DAX supera i 15.000 punti nel fine settimana — Netflix convince con i numeri — Linde lascia il DAX — Alphabet taglia migliaia di posti di lavoro — Deutsche Post, RWE in primo piano | notizia

Gli investitori tedeschi potrebbero aspettarsi dei premi di prezzo venerdì.

il DAX è entrato in negoziazione nel plus. Il barometro della borsa tedesca è poi rimasto nella zona dei profitti e ha superato anche la barriera dei 15.000 punti. Alla fine, ha detto addio con uno 0,76% in più a 15.033,56 punti. Anche a TecDAX è andato in salita all’inizio della sessione. L’indice tecnologico tedesco è poi rimasto in territorio verde. Il suo livello di chiusura: 3.153,30 punti indice (+0,4%).

Il mercato azionario domestico è stato sostenuto dalle forti cifre trimestrali del gigante dello streaming Netflix e la giornata di scambi positiva in Asia. Gli investitori si sono concentrati sui prezzi alla produzione tedeschi di dicembre, che sono scesi un po’ più del previsto e quindi di nuovo una tendenza al ribasso pressioni inflazionistiche sostenuto.

Anche l’esperto di mercato Thomas Altmann del gestore patrimoniale QC Partners ha fatto riferimento all’agenzia di stampa tedesca sulla scadenza della prima opzione dell’anno questo venerdì. “Gennaio è un mese di scadenza piuttosto piccolo. Ma il fatto che la più grande posizione DAX in scadenza sia la call con un prezzo base di 15.000 punti rende la scadenza esplosiva.” Il marchio 15.000 diventerà così la “misura di tutte le cose”.Fare clic qui per la panoramica completa dell’indice

Venerdì gli investitori europei si sono nuovamente dimostrati ricercatori.

il EUROSTOXX 50 è andato più solido nell’ultimo giorno di negoziazione della settimana. Successivamente l’indice è rimasto positivo. È andato nel fine settimana con un aumento dello 0,63% a 4.119,90 posizioni.

READ
10 milioni di euro: la Francia trova migliaia di pool illegali con l'aiuto di Google

Tuttavia, l’aumento all’inizio della settimana è stato leggermente rallentato da mercoledì dai rinnovati timori di una recessione. Dopo i significativi aumenti di prezzo dall’inizio dell’anno, le prese di beneficio non sono niente di straordinario e gli esperti di solito lo considerano salutare. Venerdì le borse europee sono andate forte Netflix-Numeri supportati. Inoltre, l’ottimismo sulle borse asiatiche sembrava estendersi all’Europa.

Fare clic qui per la panoramica completa dell’indice

Wall Street è apparso più solido alla fine della settimana.

il Dow Jones è leggermente aumentato all’inizio delle negoziazioni, ma poi è sceso leggermente solo per risalire più tardi. Alla fine, ha guadagnato l’1,00% a 33.375,49 punti. il NASDAQ Composito inizialmente è salito e poi è rimasto positivo. Alla chiusura delle contrattazioni, ha guadagnato il 2,66% a 11.140,43 punti.

Fatto per il buon umore buoni numeri del provider di streaming statunitense Netflix. Il gruppo è stato in grado di convincere con più abbonati. Inoltre, dimesso Google un massicci tagli di posti di lavoro on, che ha anche sostenuto i corsi.

Fare clic qui per la panoramica completa dell’indice

Le borse asiatiche hanno chiuso bene la settimana.

Il principale indice giapponese ha guadagnato a Tokyo Nikkei alla fine aggiungendo lo 0,56 percento a 26.553,53 punti.

Nella Cina continentale, il Composito di Shangai entro la fine delle negoziazioni dello 0,76% a 3.264,81 punti. A Hong Kong, il Hang Seng infine un significativo aumento dell’1,82% a 22.044,65 punti.

I mercati azionari dell’Estremo Oriente hanno chiuso la settimana di negoziazione in rialzo. Nelle prossime settimane, molti scambi nella regione non effettueranno scambi per alcuni giorni a causa del festival del capodanno lunare. Venerdì le borse asiatiche sono riuscite a svincolarsi dai deboli target USA a causa dei persistenti timori di recessione e dei timori di ulteriori rialzi tassi di politica ha mostrato un andamento debole. In piedi a Tokyo dati sull’inflazione da dicembre: questi hanno mostrato un aumento del 4,0% del tasso di base e hanno quindi soddisfatto le aspettative. Questo tasso di inflazione è il più alto in Giappone da quattro decenni, ma la Bank of Japan (BoJ) rimane accomodante, come ha ribadito alla riunione sui tassi di interesse di questa settimana.

READ
Bayer vuole vendere fornitori di servizi infrastrutturali a Bergkamen, Wuppertal, Berlino

Fare clic qui per la panoramica completa dell’indice

Source link