Quando la pressione funziona: completa la svolta nel fiasco di Dungeons & Dragons


Non potevi evitare questo vento contrario: i detentori dei diritti di Dungeons & Dragons erano entrati in una tempesta di indignazione a causa degli aggiustamenti pianificati ai diritti di licenza. Dopo una prima scusa a metà, segue il rimorso voltafaccia.

Questa tempesta di indignazione da parte dei fan non ha potuto resistere

Ci possono essere molte ragioni per cui le aziende annullano le modifiche pianificate. Nel caso attuale di Wizards of the Coast (WOC), parte del gruppo Hasbro e titolare dei diritti di Dungeons & Dragons, si può sicuramente attestare l’opposizione molto esplicita e vincente della comunità a un adeguamento della licenza che è stato in forza per 20 anni per aver combattuto. Come noi aveva riferito: Una bozza degli aggiustamenti alla cosiddetta Open Game License era trapelata e, dopo un lungo periodo di silenzio, Wizards of the Coast ha remato indietro, ma non senza far arrabbiare ulteriormente i fan con commenti del tutto fuori luogo. Ora, per la prima volta dall’inizio della controversia, sono state fatte delle vere scuse.

In uno nuovo Post sul blog Il produttore esecutivo di D&D Kyle Brink parla. Mentre l’ultima dichiarazione dell’azienda parlava di “un’incredibile ondata di passione e impegno” in relazione alla reazione della comunità, che è stata molto irrealistica, Brink ora trova qui parole più chiare. Le ultime settimane e giorni sono stati “incredibilmente duri”. “Non possiamo e non permetteremo che le cose vadano avanti così”, ha detto l’allenatore responsabile. “Siamo spiacenti. Abbiamo commesso degli errori.” Quali errori ammette il WOC? Secondo Brink, si è capito che “la lingua ei requisiti nella bozza dell’OGL” erano visti dalla comunità come “molto dannosi” per la continua esistenza del gioco. La situazione è stata aggravata dal lungo silenzio della sua squadra. La realizzazione tardiva: “Abbiamo ferito fan e creatori, anche se una comunicazione regolare e più chiara avrebbe potuto impedire gran parte di questo”.

READ
Le migliori offerte last minute per le famiglie

La strada davanti

Il che, oltre a queste prime chiare scuse, aiuta sicuramente anche: Brink delinea una chiara tabella di marcia su come procedere con la nuova versione dell’OGL e in generale con il processo di feedback per futuri aggiustamenti:

  • WOC fornirà presto una nuova proposta per l’OGL, che potrà poi essere valutata e commentata dalla comunità.
  • Il feedback dovrebbe essere registrato sotto forma di sondaggio, tra le altre cose.
  • Questo sondaggio dovrebbe rimanere aperto per almeno due settimane, WOC desidera fornire informazioni sulla chiusura in una fase iniziale.
  • Queste informazioni vengono quindi raccolte e analizzate prima che gli sviluppatori presentino le loro conclusioni alla comunità.

Guarda anche:


Mi scusi, mi scusi, mi scusi, sry

Mi scusi, mi scusi, mi scusi, sry
Pixabay

Source link