Guerra in Ucraina nel live ticker: +++ 01:36 La moglie del presidente ucraino si aspetta maggiori sforzi su un piano di pace +++

Guerra in Ucraina nel live ticker
+++ 01:36 La moglie del presidente ucraino si aspetta maggiori sforzi sul piano di pace +++

La first lady ucraina Olena Zelenska chiede agli alleati occidentali dell’Ucraina di fare di più per attuare un piano di pace in dieci punti. Ogni Paese ha un ruolo di cui deve anche assumersi la responsabilità, ha detto Selenska in un’intervista al quotidiano svizzero Neue Züricher Zeitung al World Economic Forum di Davos. Il piano di pace, annunciato dal presidente Volodymyr Zelenskyy al vertice del G20 di novembre, include anche appelli per garantire la sicurezza alimentare ed energetica e meccanismi per prevenire l’escalation del conflitto nell’area euro-atlantica. “Include anche richieste legali, come un tribunale internazionale per i crimini di guerra e il ritorno dei prigionieri di guerra in Ucraina”, spiega Selenska al giornale.

+++ 00:10 Il G7 vuole controllare il prezzo massimo del petrolio russo a marzo +++
I paesi del G7 prevedono di rivedere il prezzo massimo del petrolio russo a marzo. Lo ha annunciato il vice segretario al Tesoro statunitense Wally Adeyemo. All’inizio di dicembre il G7 e l’Australia, come l’Unione Europea, hanno fissato un limite di prezzo di 60 dollari al barile per il petrolio russo trasportato via mare. Il prezzo massimo ha lo scopo di ridurre le entrate della Russia dalle vendite di petrolio.

+++ 23:09 Strack-Zimmermann: “Purtroppo la Germania ha appena fallito” +++
Il presidente del comitato di difesa, Marie-Agnes Strack-Zimmermann, ha criticato aspramente la decisione tedesca rinviata sulla fornitura dei principali carri armati all’Ucraina. «Almeno un segnale sarebbe stato giusto per dare il via libera ai soci», dice a ZDF. “La storia ci sta guardando, e sfortunatamente la Germania ha appena fallito”, si è lamentato Strack-Zimmermann. La comunicazione, in particolare del cancelliere Olaf Scholz su questo tema, è stata un “disastro” perché da un lato la Germania stava dando un massiccio sostegno all’Ucraina, ma la mancanza di una decisione sui carri armati ha dato un’impressione diversa. Scholz rimane colpevole di spiegazioni. Dal loro punto di vista, il nuovo ministro della Difesa Boris Pistorius è “alla catena”, ha detto Strack-Zimmermann. Tuttavia, è certa che il “Leopard 2” alla fine verrà consegnato all’Ucraina.

+++ 22:18 Gli stati dell’UE dovrebbero finanziare più armi per l’Ucraina +++
Ulteriori 500 milioni di euro di fondi UE saranno messi a disposizione per la fornitura di armi ed equipaggiamenti alle forze armate ucraine. Secondo un alto funzionario dell’UE, il piano è ottenere la necessaria approvazione da parte degli Stati membri per la mossa lunedì in una riunione dei ministri degli Esteri a Bruxelles. Il funzionario afferma che sono in gioco anche altri 45 milioni di euro per la nuova missione di addestramento dell’UE per le forze armate ucraine. L’UE vuole utilizzare i 500 milioni di euro aggiuntivi per finanziare armi e attrezzature per gli ucraini. Finora sono stati approvati sei volte 500 milioni di euro, per un totale di tre miliardi di euro.

+++ 21:50 Prigozhin reagisce all’ultima mossa degli USA contro il gruppo Wagner +++
Dopo che il governo degli Stati Uniti ha annunciato che l’esercito privato russo di Wagner sarebbe stato dichiarato “organizzazione criminale transnazionale”, il capo di Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha parlato. “Le nostre relazioni reciproche possono ora essere descritte come uno ‘scontro tra clan criminali'”, ha annunciato Prigozhin in serata. Di recente si era vantato che Wagner stesse persino acquistando armi statunitensi nonostante le sanzioni. Il confidente di Putin è anche ricercato dall’Fbi per essersi intromesso nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti.

+++ 21:23 Il Cremlino non vuole commentare i sistemi di difesa missilistica a Mosca +++
Il Cremlino si è rifiutato di commentare le riprese online di sospetti sistemi di difesa missilistica sui tetti di Mosca. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov si riferisce al ministero della Difesa quando gli viene chiesto se la Russia è preoccupata che Mosca possa essere l’obiettivo di un attacco. Il ministero della Difesa è responsabile della “sicurezza del Paese in generale e della capitale in particolare”, ha detto ai giornalisti. Il ministero non ha ancora risposto a una richiesta dell’agenzia di stampa AFP.

Leggi i precedenti sviluppi della guerra in Ucraina qui.

Source link

READ
"Tutti in Russia vogliono la guerra"