Rigida legge anti-tabacco in Messico: il fumo è vietato ovunque

Stato: 21/01/2023 02:51

Da metà gennaio, fumare all’aperto non è legale in Messico. La pubblicità del tabacco è completamente vietata dalla rigida legislazione. E i prodotti del tabacco potrebbero non essere più esposti in modo visibile nei negozi.

Di Markus Plate, ARD Studio Messico

Un grande scaffale di plastica vuoto è appeso direttamente dietro la cassa del piccolo negozio all’angolo di Città del Messico. I chioschi, tienditas come li chiamano qui, realizzano in media un quarto delle loro vendite con le sigarette. Possono ancora venderli, ma sottobanco possono solo inserire una nota con prodotti e prezzi.

Perché la nuova legge anti-tabacco del Messico vieta la pubblicità dei prodotti del tabacco in qualsiasi forma, sui manifesti, nei cinema, su Internet, persino nei negozi. E: i luoghi in cui è ancora consentito fumare sono drasticamente limitati.

“Questo è sicuramente positivo per i non fumatori, ma noi fumatori siamo sempre più esclusi dalla società. Non ci è più permesso nemmeno fumare negli spazi aperti dell’università. Questo è un problema, soprattutto durante gli stressanti orari degli esami”, afferma Cristian Valle, uno studente di biotecnologie di 26 anni.

tutelare la salute dei giovani

Il fumo è ora vietato nelle scuole, nei centri commerciali, negli stadi, nei luoghi di lavoro. Gady Zabicky, presidente della National Commission on Addiction Issues, spiega perché è necessaria la nuova legge:
“Il nostro interesse come governo è proteggere la salute dei messicani, in particolare dei giovani che sono stati presi di mira dall’industria del tabacco”.

Anche i fumatori come Cristian pensano che sia bene proteggere bambini e giovani. Ma la legge porta con sé alcuni problemi. Ad esempio, il divieto di fumare nei ristoranti, anche dove ci sono spazi all’aperto. Il “Jardín Juarez” gestito da Jorge Escoto è una birreria all’aperto e si riempie soprattutto nei fine settimana quando c’è anche musica dal vivo.

READ
Guerra in Ucraina nel live ticker: +++ 22:13 mostra online mostra Kiev in guerra +++

Il controllo richiede personale

Escoto si lamenta: “Il nostro bar è completamente all’aperto, qui prima si fumava. Adesso dobbiamo trovare più personale che presti attenzione. le persone sono in piedi sul marciapiede”.

Fumare è ormai vietato anche negli spazi pubblici: sulle spiagge, nei parchi pubblici, nelle strade trafficate. I trasgressori rischiano multe draconiane, in alternativa 36 ore di carcere. Alla fine, la polizia decide cosa sia una strada trafficata o un gruppo di persone. Ed è famosa in Messico per cercare soldi dall’altra parte.

L’industria del tabacco vuole andare in tribunale

Nel frattempo, i fumatori si scambiano consigli: è meglio continuare a muoversi quando si fuma per strada. Mentre l’industria del tabacco cerca di andare davanti alla Corte Costituzionale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità accoglie con favore la nuova legge anti-tabacco del Messico.

Source link