Forum USB: informazioni sui valori delle prestazioni anziché sui numeri di versione e sulle certificazioni Apple mancanti

I loghi USB hanno lo scopo di sostituire i numeri di versione.  (Immagine: USB SE)
I loghi USB hanno lo scopo di sostituire i numeri di versione. (Immagine: USB SE)

USB 7.1a versione 3, Gen5 2×2? Non dovrebbe arrivare così lontano con l’USB, perché il forum USB vuole vedere i dati sulle prestazioni “là fuori” tra i clienti e persino inserire pubblicità extra per spostare l’industria nella giusta direzione. Notebookcheck ha anche parlato al forum dei prossimi alimentatori da 240 watt, cavi con display, certificazioni e testardaggine di Apple.

Per quanto riguarda l’USB Implementers Forum (USB IF), in realtà non c’è una discussione sui numeri di versione dello standard USB. Anche se si è a conoscenza delle discussioni che si tengono sulla stampa specializzata, come hanno detto a Notebookcheck.com a Las Vegas i membri dell’USB Implementers Forum (USB IF), ma per i clienti che acquistano i dispositivi, questo non dovrebbe essere il caso avere rilevanza.

Per i professionisti IT, questo è ovviamente qualcosa di diverso, come ha ammesso anche il forum USB in un’intervista. Tuttavia, si spera che lo standard stia ora prendendo un percorso più significativo. Ecco perché il forum USB si è a lungo affidato a loghi che hanno lo scopo di aggirare il problema di cavi, connessioni irriconoscibili, ma anche versioni standard menzionate nella stampa specializzata.

Invece di qualsiasi numero di versione, dovrebbero esserci chiari valori delle prestazioni su cavi e connessioni (host/client, non alimentatori). Ad esempio, USB 5 Gbps è scritto su un cavo o una porta con velocità di trasferimento dati di 5 Gbps. I produttori di apparecchiature USB possono anche selezionare 10, 20, 40 e 80 come cifre accanto a un logo USB. Questo copriva tutte le eccezioni tranne due: i cavi USB che supportano solo 480 Mb/s non riceveranno un logo di velocità. Il rischio che i clienti classifichino 480 Mbit/s come migliore del cavo Gbit è troppo grande.

READ
Fare musica rende più felici le persone con demenza
Per host e clienti, si applicano solo le velocità del logo.  (Immagine: USB SE)
Per host e clienti, si applicano solo le velocità del logo. (Immagine: USB SE)

La seconda eccezione riguarda la modalità asincrona, in cui una delle corsie dati punta nella direzione “sbagliata”. Quindi sono possibili 120 GBit/s in una direzione e 40 GBit/s nell’altra. Poiché si tratta di un caso speciale coperto dai cavi e dalle prese da 80 GBit/s, qui non è tecnicamente richiesto un logo, ma piuttosto una conoscenza di base della specifica USB4 2.0.

Sfortunatamente, mentre i cavi sono chiari in teoria, dal lato del sistema operativo non lo è. Scoprire quale velocità ha negoziato una connessione non è banale. Tuttavia, secondo l’USB IF, ci sono i requisiti affinché il sistema operativo possa visualizzare i valori corrispondenti. Se questo è facilmente accessibile è un’altra questione.

3A- e 5A-Kabel

Dal punto di vista tecnico si fa interessante con i loghi per l’alimentazione elettrica che sono attaccati al cavo USB. Qui vengono forniti solo due valori: 60 watt e 240 watt, ognuno dei quali entrerà a far parte del logo della velocità. La tensione e gli amplificatori non dovrebbero avere importanza qui. I limiti si basano sulla forza attuale. Con un cavo da 3 ampere, è possibile trasmettere 60 watt tramite il binario da 20 volt. I cavi 5A, invece, sono comunque qualcosa di speciale, con i quali prima erano possibili 100 watt, che ora sono aumentati a 140 watt grazie a 28 volt. Il massimo è a [email protected], cioè 240 watt. In pratica, dovrebbero esserci solo due cavi se non fosse per le diverse velocità USB, il che significa che stanno arrivando sul mercato dieci diversi tipi di cavi per USB Type C.

Le regole del cavo non devono essere confuse con le regole dell'adattatore di alimentazione USB.  (Immagine: USB SE)
Le regole del cavo non devono essere confuse con le regole dell’adattatore di alimentazione USB. (Immagine: USB SE)

Per inciso, il forum USB non pensa troppo ai cavi con i display, di cui il forum non è ancora a conoscenza di nessuno che sia stato certificato.

READ
Fino al 70 percento più lento: la correzione del kernel contro il retbleed rende paralizzate le VM Linux

Tuttavia, le persone non sono completamente contrarie all’idea e hanno utilizzato esattamente un cavo di questo tipo (non certificato) in una demo USB-C. Secondo il forum, l’energia che deve assorbire il cavo per il display non è del tutto priva di problemi. Almeno questo può essere implementato in modo pulito senza violare le specifiche USB. Poiché, secondo l’USB IF, nessun produttore di cavi con display ne ha presentato uno per la certificazione, questo non può essere garantito al momento.

Secondo l’esperienza di Notebookcheck.com, possono sorgere problemi nella negoziazione tra l’host e il client, come nel caso degli adattatori con tecnologia di misurazione. Per questo motivo, tali cavi spesso possono essere utilizzati solo per la verifica positiva di una funzione, ma non per dimostrare il mancato funzionamento dell’host o del client, perché il guasto potrebbe risiedere nel cavo.

I cavi con display hanno quindi ancora grandi vantaggi. In caso contrario, l’utente finale non può determinare se il cavo o la connessione da 240 watt funzioni davvero al massimo…

Source link