Abbassare la pressione sanguigna con farmaci e rimedi naturali

L’ipertensione è uno dei maggiori fattori di rischio per le malattie cardiovascolari e la debolezza e l’insufficienza renale. Secondo la World Heart Federation, l’ipertensione è responsabile di circa 10 milioni di decessi in tutto il mondo.1 Ciò rende ancora più importante il trattamento dell’ipertensione. A tale scopo sono ora disponibili numerosi farmaci e metodi di terapia di supporto.

alta pressione sanguigna non è solo una delle malattie più comuni al mondo e anche una delle meglio studiate in assoluto. La medicina oggi sa esattamente di cosa si tratta ipertensione meglio aiuta. C’è un intero arsenale di medicinali altamente efficaci. Anche con il trattamento non farmacologico, ora esiste un’intera gamma di misure che hanno dimostrato di abbassare la pressione sanguigna. FITBOOK elenca i farmaci e i metodi naturali più importanti per l’ipertensione.

I pazienti con ipertensione spesso smettono di assumere farmaci

Nonostante i progressi nella ricerca e nello sviluppo di approcci terapeutici, ci sono ancora alcune cose che non sono ottimali nel trattamento dell’ipertensione. Sebbene ci siano molte buone medicine, possono funzionare solo se i pazienti le assumono. I medici descrivono la compliance come la disponibilità dei loro pazienti a cooperare con le misure terapeutiche. Sfortunatamente, questo non è così pronunciato nei pazienti ipertesi come hanno dimostrato gli studi.2

Quasi la metà di tutti i pazienti interrompe l’assunzione dei farmaci dopo un anno. Il motivo principale: i farmaci prescritti possono avere effetti collaterali e siccome spesso non si sente la pressione alta e ci si sente in salute, molti pazienti credono di poter fare a meno dei farmaci. Sfortunatamente con conseguenze fatali: circa 25.000 persone subiscono ogni anno un infarto o un infarto ictusperché non prendono i loro farmaci correttamente o per niente.

READ
Insulina ormonale del diabete: definizione, effetto, resistenza, terapia

Tuttavia, gli esperti ammettono anche che il problema della compliance non è solo colpa del paziente. Perché con l’ampia selezione di farmaci per la pressione alta, ora è possibile prescrivere farmaci per ogni paziente che ha pochi o nessun effetto collaterale. È qui che entrano in gioco i medici. Suggerimento: se soffri di effetti collaterali dovuti all’assunzione di farmaci, dovresti assolutamente discuterne con il tuo medico. Se questo non può aiutare, potrebbe essere consigliabile cambiare medico, preferibilmente uno specialista (ipertensiologo). Con un farmaco adattato individualmente, gli effetti collaterali possono essere notevolmente ridotti.

Complessivamente, il consumo di farmaci per l’ipertensione è continuo dal 1996, come dimostrano le statistiche.

Uso di droghe per l'ipertensione in Germania dal 1996 al 2020
La statistica mostra il consumo di medicinali per l’ipertensione (antipertensivi)* in Germania nell’ambito dell’assicurazione sanitaria obbligatoria (GKV) dal 1996 al 2020. Nel 2018, il consumo di medicinali per il trattamento dell’ipertensione è stato di circa 15,73 miliardi definiti in Germania Dosi giornaliere (DDD**). Fonte: IGES

Abbassamento della pressione sanguigna: i farmaci più importanti per l’ipertensione

La scelta della terapia per l’ipertensione dipende dal grado della malattia e dall’eventuale comparsa di complicanze. I farmaci che abbassano la pressione sanguigna, i cosiddetti antipertensivi, vengono utilizzati quando un cambiamento nello stile di vita non porta il successo desiderato e la pressione sanguigna è ancora superiore a 140/90 mmHG.

I farmaci per la pressione alta disponibili sono così suddivisi:

  • ACE-Hemmer
  • Diuretici
  • beta bloccanti
  • AT1-Antagonista (Sartane)
  • Alphablocker

ACE-Hemmer

Agiscono sulla pressione arteriosa riducendo la produzione di angiotensina II. L’angiotensina II restringe i vasi sanguigni. Ciò porta a un’espansione dei vasi sanguigni, sollievo per il cuore e aumento dell’escrezione di liquidi nei reni sani. Gli ACE-inibitori possono contribuire a un significativo miglioramento del quadro clinico. Con un lento aumento della dose, sono generalmente ben tollerati. Tuttavia, possono verificarsi effetti collaterali indesiderati, soprattutto all’inizio della terapia con ACE-inibitori.

Effetti collaterali degli ACE-inibitori

  • eruzioni cutanee
  • dolori articolari
  • vertigini
  • disturbi visivi
  • tinnito
  • disturbi del gusto
  • aumento dei livelli di potassio
  • vasi sanguigni infiammati
  • tosse
READ
La vitamina B3 (niacina) può apparentemente aumentare il rischio di cancro

Il tasso di abbandono per la terapia dell’ipertensione con ACE-inibitori è quindi relativamente alto.3

Diuretici

Questi farmaci aumentano l’escrezione di sodio e acqua da parte dei reni, riducendo così il volume totale del sangue e causando una dilatazione permanente dei vasi sanguigni….

Source link