Guerra in Ucraina nel live ticker: +++ Rapporto delle 08:14: è scoppiato un incendio nei serbatoi di carburante in Russia +++

Guerra in Ucraina nel live ticker
+++ Rapporto delle 08:14: è scoppiato un incendio nei serbatoi di carburante in Russia +++

Secondo il sito di notizie bielorusso Nexta, i serbatoi di carburante che dovevano essere inviati alle forze di occupazione in Ucraina stanno bruciando nella città russa di Angarsk. Secondo il Ministero delle situazioni di emergenza, l’area interessata dall’incendio è di 400 chilometri quadrati. Angarsk si trova a circa 5200 chilometri a est di Mosca.

+++ 07:19 USA fa causa a uomini per aver nascosto uno yacht oligarca +++
Gli Stati Uniti hanno citato in giudizio due uomini d’affari per aver nascosto i legami dell’oligarca russo con il suo yacht. Secondo un rapporto del Kyiv Independent, i due uomini d’affari, un russo e un britannico, sono stati incriminati dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per aver aiutato a nascondere lo yacht da 90 milioni di dollari dell’oligarca russo Viktor Vekselberg.

+++ 06:46 Biden promette all’Ucraina “tutto l’aiuto di cui ha bisogno” +++
Dopo l’incontro dei paesi dell’UE e della NATO a Ramstein, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden promette ulteriore sostegno all’Ucraina. Quando gli è stato chiesto da un giornalista se Biden sostiene le intenzioni della Polonia di inviare carri armati “Leopard” in Ucraina, ha risposto, secondo l’emittente statunitense CNN: “L’Ucraina riceverà tutto l’aiuto di cui ha bisogno”.

+++ 05:58 Resnikov: Le forze armate si addestreranno in Polonia sui carri armati “Leopard 2” +++
Secondo il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov, le forze armate ucraine in Polonia si addestreranno sui principali carri armati “Leopard 2”. “Inizieremo con quello e poi continueremo”, ha detto l’emittente statunitense in lingua ucraina “Voice of America”. Resnikov descrive lo sviluppo della formazione come una svolta e attribuisce il successo agli sforzi della Polonia. Il ministro ha preso parte venerdì alla riunione dei ministri della difesa presso la base aerea tedesca di Ramtsein. È ottimista riguardo alla decisione se la Germania consegnerà i principali carri armati “Leopard 2” in futuro. Reznikov ha twittato una sua foto con il nuovo ministro della Difesa tedesco, Boris Pistorius. Nel suo post ha ringraziato, tra l’altro, il governo tedesco per l’aiuto militare e ha anche scritto: “Abbiamo avuto una discussione aperta su “Leopard 2″. Da continuare”.

+++ 01:36 La moglie del presidente ucraino si aspetta maggiori sforzi sul piano di pace +++
La first lady ucraina Olena Zelenska chiede agli alleati occidentali dell’Ucraina di fare di più per attuare un piano di pace in dieci punti. Ogni Paese ha un ruolo di cui deve anche assumersi la responsabilità, ha detto Selenska in un’intervista al quotidiano svizzero Neue Züricher Zeitung al World Economic Forum di Davos. Il piano di pace, annunciato dal presidente Volodymyr Zelenskyy al vertice del G20 di novembre, include anche appelli per garantire la sicurezza alimentare ed energetica e meccanismi per prevenire l’escalation del conflitto nell’area euro-atlantica. “Include anche richieste legali, come un tribunale internazionale per i crimini di guerra e il ritorno dei prigionieri di guerra in Ucraina”, spiega Selenska al giornale.

+++ 00:10 Il G7 vuole controllare il prezzo massimo del petrolio russo a marzo +++
I paesi del G7 prevedono di rivedere il prezzo massimo del petrolio russo a marzo. Lo ha annunciato il vice segretario al Tesoro statunitense Wally Adeyemo. All’inizio di dicembre il G7 e l’Australia, come l’Unione Europea, hanno fissato un limite di prezzo di 60 dollari al barile per il petrolio russo trasportato via mare. Il prezzo massimo ha lo scopo di ridurre le entrate della Russia dalle vendite di petrolio.

+++ 23:09 Strack-Zimmermann: “Purtroppo la Germania ha appena fallito” +++
Il presidente del comitato di difesa, Marie-Agnes Strack-Zimmermann, ha criticato aspramente la decisione tedesca rinviata sulla fornitura dei principali carri armati all’Ucraina. «Almeno un segnale sarebbe stato giusto per dare il via libera ai soci», dice a ZDF. “La storia ci sta guardando, e sfortunatamente la Germania ha appena fallito”, si è lamentato Strack-Zimmermann. La comunicazione, in particolare del cancelliere Olaf Scholz su questo tema, è stata un “disastro” perché da un lato la Germania stava dando un massiccio sostegno all’Ucraina, ma la mancanza di una decisione sui carri armati ha dato un’impressione diversa. Scholz rimane colpevole di spiegazioni. A suo avviso, il nuovo ministro della Difesa Boris Pistorius è “alla catena”, ha detto…

Source link

READ
Guerra in Ucraina - la notizia dell'11 settembre: Putin e Macron parlano alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhia