Ucraina-News ++ L’ex US Navy Seal ucciso in Ucraina ++

BUn altro cittadino statunitense è morto nei combattimenti in Ucraina. L’ex membro di Navy Seals delle forze speciali Funzionari statunitensi hanno detto venerdì che aveva ceduto alle ferite riportate a Dnipro. Non ha combattuto in veste ufficiale. Non sono stati forniti ulteriori dettagli. Il Dipartimento di Stato americano ha affermato di poter solo confermare la recente morte di un cittadino statunitense in Ucraina ed è in contatto con la famiglia dell’uomo.

Secondo la Marina Militare, l’uomo era un sottufficiale ed è scappato dalle forze dell’ordine senza permesso nel 2019. Secondo una voce sul sito web di Amazon, Daniel S. era padre di quattro figli, ha scritto un libro e ha prestato servizio come membro dei Navy Seals in luoghi tra cui l’Iraq, Afghanistan e utilizzato nello Yemen.

La Marina ha detto che non poteva dire perché è andato in Ucraina. Secondo il canale televisivo statunitense CNN, ha disertato l’uomo l’11 marzo 2019 dai militari. Secondo il Dipartimento di Stato americano e secondo quanto riferito dai familiari, è il sesto cittadino statunitense ucciso nei combattimenti in Ucraina.

anche letto

Clemens Wergin commenta i risultati di Ramstein

Secondo l’ambasciata ucraina negli Stati Uniti, almeno 6.000 persone l’hanno contattata per il servizio militare volontario dall’inizio dell’invasione. Circa la metà è stata immediatamente respinta. Non si sa quanti stiano effettivamente combattendo con le forze armate ucraine. Il governo degli Stati Uniti scoraggia i cittadini dal combattere in Ucraina perché potrebbero essere tenuti in ostaggio dai russi se catturati.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare il contenuto incorporato, è necessario il tuo consenso revocabile alla trasmissione e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori del contenuto incorporato come fornitori di terze parti richiedono questo consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “on”, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e tramite la privacy in fondo alla pagina.

Tutti gli sviluppi nel live ticker:

9:20 – Dibattito del presidente del Parlamento europeo sul Leopardo: Serve leadership

Il presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola presume che l’Ucraina riceverà anche carri armati Leopard 2 per sostenere la guerra contro la Russia. Alla riunione degli alleati occidentali alla base Usa di Ramstein, “sono stati presi ulteriori importanti impegni, e rimango ottimista anche sui carri armati, poiché questo è il logico passo successivo”, ha detto il quotidiano maltese citando l'”Handelsblatt”. .

READ
O una manovra diversiva?: Istituto: Mosca sta preparando un possibile attacco all'Ucraina in Bielorussia

I carri armati Leopard 2 sono al centro del dibattito “perché ce ne sono molti, perché sono relativamente facili da mantenere, perché molti paesi europei li hanno e perché l’Ucraina ne ha semplicemente bisogno”. È positivo che i partner dell’alleanza a Ramstein abbiano concordato nuove consegne di armi. “Tuttavia, ciò di cui abbiamo urgente bisogno è leadership, unità e un approccio comune alla fornitura di carri armati Leopard 2.” Gli ucraini “hanno bisogno di noi e contano su di noi”, sottolinea Metsola. “Non dobbiamo deluderli. Questo è il momento decisivo che richiede decisioni coraggiose e il tempo è essenziale”.

anche letto

L'amicizia franco-tedesca è stata suggellata 60 anni fa con il trattato dell'Eliseo sotto il cancelliere Konrad Adenauer e il presidente francese Charles de Gaulle.

8:05 – Biden: l’Ucraina sta ricevendo tutto l’aiuto di cui ha bisogno

“L’Ucraina riceverà tutto l’aiuto di cui ha bisogno”, risponde Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden quando gli è stato chiesto dai giornalisti a Washington se sostenesse l’intenzione della Polonia di fornire all’Ucraina i principali carri armati Leopard. Nel frattempo, un alto funzionario statunitense, che ha rifiutato di essere nominato, ha ribadito che gli Stati Uniti hanno mantenuto la loro posizione di non inviare i principali carri armati Abrams in Ucraina. L’Ucraina chiede da tempo la consegna dei principali carri armati.

Si tratta in particolare del Leopard 2. La Polonia, tra gli altri, ha dichiarato la sua disponibilità a consegnare. Tuttavia, poiché i carri armati provengono dalla produzione tedesca, la Germania deve accettare un trasferimento. Finora ciò non è accaduto e non è stata presa alcuna decisione in una riunione degli alleati occidentali presso la base aerea statunitense di Ramstein. Anche la questione se la Germania fornirà i carri armati è aperta. Prima dell’incontro con Ramstein, si diceva che…

READ
Guerra contro l'Ucraina: la Russia schiera difese antiaeree intorno alle centrali nucleari

Source link