Forse l’inizio di una splendida rivalità

L’Olanda chiede il ballo dei Mondiali
L’inizio di una splendida rivalità pallamano

Di Till Erdenberger, Katowice

Per la prima volta in assoluto, una squadra nazionale di pallamano maschile tedesca e una olandese si incontreranno ad altezza d’uomo. Non c’è rivalità, ma una squadra avrà un problema dopo.

No, no, non c’è rivalità tra i giocatori di pallamano dei Paesi Bassi e quelli della squadra tedesca. Dopo la sconfitta dell’Argentina (39:19) all’inizio del turno principale della Coppa del Mondo, i professionisti del DHB sembravano più irritati che volersi permettere una concisa dichiarazione di guerra in direzione del prossimo avversario nel interviste. “Come il calcio, intendi?”, chiese uno.

Da dove dovrebbe provenire? A livello di club, le squadre olandesi non hanno alcun ruolo a livello internazionale, non c’è una storia europea accesa condivisa. Ma almeno: “Non è così esplosivo come nel calcio”, dice l’esterno sinistro Lukas Mertens. “Nel frattempo c’è molto fuoco perché gli olandesi si sono sviluppati molto negli ultimi anni.

Patrick Groetzki ha notato: “Non ho mai giocato contro di loro”. L’ala destra è il professionista più esperto nella rosa del Ct nazionale Alfred Gislason. In serata (20:30 / ARD e nel live ticker su ntv.de) Groetzki fa la sua 163esima partita in nazionale, la prima contro l’Olanda. Ed è importante: riguarda i quarti di finale della Coppa del Mondo.

Nei Paesi Bassi stanno lavorando duramente e con grande successo per scrivere la propria storia di pallamano e per giocare regolarmente contro le migliori squadre internazionali in futuro. In Polonia partecipa a un Mondiale per la prima volta dal 1961. Dal punto di vista sportivo, la squadra, costellata da numerosi professionisti della Bundesliga, non si è qualificata, dopo una vittoria in trasferta in Portogallo ha perso un po’ troppo nettamente il ritorno. Ma l’associazione mondiale IHF ha riconosciuto lo sviluppo della pallamano olandese con una wild card. Sono arrivati ​​​​decimi all’EM 2022, il secondo in assoluto nella storia dell’associazione.

“Sviluppo sensazionale”

Uno “sviluppo sensazionale” è stato attestato dal giocatore di zona di difesa della Germania Kai Häfner prima dell’inizio del turno principale, in cui l’Olanda ha iniziato con una vittoria contro il Qatar e ha potuto così mantenere vivo il sogno dei quarti di finale. Giustificano pienamente la fiducia dell’IHF: “Ho una squadra fantastica, i giocatori vogliono continuare a crescere. Certo, è molto divertente per me come allenatore”, dice l’allenatore Staffan Olsson della sua squadra.

Lo svedese ha rilevato il progetto lo scorso agosto, pochi mesi dopo la squadra è una seria candidata ai quarti di finale dei Mondiali – e con uno stile di gioco davvero unico, piuttosto non convenzionale: “Gli olandesi sono davvero bravi, passano dalla difesa attaccare molto velocemente. Dobbiamo fare molte cose per vincere”, ha avvertito il Ct della nazionale. Gli olandesi devono trovare soluzioni in modo rapido e creativo perché i grandi tiratori mancano per tanti “semplici” gol dalla distanza. Luc Steins è il principale responsabile delle soluzioni. Il regista dirige l’ensemble stellare del Paris Saint-Germain dal 2020 ed è diventato lui stesso un uomo di livello mondiale nel corso degli anni.

“Ovviamente diciamo sempre che la squadra è la cosa più importante”, ha detto Olsson prima dell’inizio del torneo a proposito del fantasista alto 1,73, “questo vale sicuramente anche per noi, ma sarebbe ridicolo negare che Luc sia il nostro giocatore più importante, è una stella splendente nella nostra squadra. Ma il modo in cui gioca rende importanti anche gli altri giocatori. Steins davanti: la squadra tedesca ha infastidito a lungo. il gioco in quel momento, ha segnato sei volte.

Ricordando una generazione d’oro

All’attuale Coppa del Mondo, dopo due vittorie su Macedonia del Nord e Argentina, il più grande punto esclamativo è stata una sconfitta: con cinque gol nella finale del turno preliminare, erano ancora in testa poco dopo l’intervallo contro la favorita segreta Norvegia, alla fine l’Olanda perso 26:27. “Abbiamo spremuto tutto. Sì, io…

Source link

READ
Mondiali 2022 su ZDF: sconfitta televisiva! Le valutazioni precipitano drasticamente – QUESTO è particolarmente amaro | Gli sport