Apparentemente i conducenti non sono da biasimare


von Valentin Sattler
Il notevole accumulo di schede grafiche RX 6000 difettose apparentemente non è causato dal driver. Invece, la colpa dovrebbe essere dell’archiviazione. In particolare, si sospetta che un commerciante abbia venduto schede grafiche di mining archiviate in modo errato.

La scorsa settimana abbiamo riferito del fornitore di servizi di riparazione bavarese KrisFix, dove c’è stato un notevole accumulo di difetti della GPU: sono state inviate diverse schede grafiche RX 6000, apparentemente disabilitate da cortocircuiti. La causa di questi difetti inizialmente non era chiara. Poiché tutti i modelli interessati venivano utilizzati con lo stesso driver (versione 22.11.2 WHQL), inizialmente si pensava che questo fosse il trigger. Sarebbe stato ipotizzabile un sovraccarico dovuto a un limite TDP più elevato lato software.

Il commerciante come causa?

Tuttavia, un aggiornamento di KrisFix ora corregge questa ipotesi: il driver apparentemente non è la causa di questi difetti. In un nuovo video, sottolinea invece che la maggior parte delle schede grafiche interessate sono state vendute dallo stesso rivenditore. In connessione con il fatto che i modelli sono stati inviati per la riparazione e non ad AMD, questo inizialmente parla dell’uso di modelli usati più vecchi. Un altro dettaglio: le schede grafiche difettose di solito smettono di funzionare poco dopo l’acquisto.

Contenuti editoriali consigliatiQui troverai contenuti esterni da [PLATTFORM]. Per proteggere i tuoi dati personali, le integrazioni esterne vengono visualizzate solo se lo confermi facendo clic su “Carica tutti i contenuti esterni”:Acconsento alla visualizzazione di contenuti esterni. I dati personali vengono quindi trasmessi a piattaforme di terze parti. Maggiori informazioni su questo nel nostro Protezione dati.

Da queste informazioni, KrisFix presuppone che le schede grafiche di data mining siano utilizzate e non siano state archiviate correttamente dopo la dissoluzione della farm corrispondente. Se conservati in modo errato, i componenti sulle schede grafiche potrebbero aver assorbito acqua, che si dice abbia causato i cortocircuiti a pieno carico. Se questa ipotesi è corretta, allora solo lo spazio di archiviazione insufficiente sarebbe responsabile dei difetti, e non AMD o un partner del consiglio di amministrazione.

READ
Approfondimenti sui benchmark inclusi dell'hardware di Ray Tracing

La storia: autista da incolpare? Rapporto sull’accumulo di schede grafiche RX 6000 difettose

Se l’archiviazione sia effettivamente la causa del problema, ovviamente, si può presumere solo a posteriori. Tuttavia, l’assorbimento di umidità corrisponderebbe effettivamente al modello di danno osservato: nel tempo, le molecole d’acqua possono accumularsi in molti materiali (plastici). Se la temperatura aumenta rapidamente, la rapida espansione dell’acqua può garantire l’apertura dei componenti dall’interno. Questo è un problema particolare nella produzione elettronica, dove i singoli componenti vengono prima asciugati lentamente prima della saldatura.

Quelle: Videocardz / Twitter (Andrea Schilling)



Source link