In che modo i criminali infrangono le password: queste quattro banche sono interessate

Morire Centro consumatori Renania settentrionale-Vestfalia elenchi come parte del loro Phishing-Radar continuamente sulle ultime email di phishing. Naturalmente, l’elenco non è esaustivo; sono in circolazione anche altre email. Tuttavia, mostra quali e-mail gli utenti dovrebbero assolutamente tenere d’occhio al momento. Per la settimana in corso, questi includono le seguenti aziende e organizzazioni:

  • cassa di risparmio
  • DKB
  • banca postale
  • ING
  • Amazzonia

Situazione attuale di phishing: quattro banche e Amazon

Fondamentalmente, vale quanto segue: senza eccezioni, qualsiasi dispositivo connesso a Internet può teoricamente essere violato. E questo vale anche per gli account digitali. Con quest’ultimo, il livello di sicurezza gioca sostanzialmente un ruolo secondario. Perché c’è un fattore di incertezza decisivo: la persona o il titolare del conto. Utilizzando la cosiddetta ingegneria sociale, ovvero l’influenza umana diretta, i criminali tentano di aprire questa porta. I più adatti sono i cosiddetti attacchi di phishing, come i seguenti.

cassa di risparmio

Una delle banche attualmente colpite è la Sparkasse. I criminali informatici stanno attualmente inviando e-mail di phishing a loro nome, in cui si discute di un’ottimizzazione dei sistemi e di un banking ancora più sicuro. In questo contesto, ai destinatari viene chiesto di confermare la propria identità tramite un collegamento memorizzato nell’e-mail. Gli account di coloro che non ottempereranno a questa richiesta dovrebbero essere temporaneamente disattivati ​​nei prossimi giorni. Tuttavia, non dovresti mai fare clic sul collegamento fornito. Questo di solito porta a un falso sito Web Sparkasse. Tutti i dati utente inseriti qui, come password, numeri di account e nomi utente, finiscono con i criminali informatici. E anche il cosiddetto Autenticazione a due fattori fornisce solo una protezione limitata contro l’acquisizione di un account, perché anche questo può essere aggirato utilizzando il phishing.

READ
Controllo auto usate: BMW 2er Active Tourer - amico di famiglia vivace

Quindi come dovresti procedere? Poiché non esiste un contatto diretto con il cliente e l’aspetto dell’e-mail corrisponde solo in parte a quello delle vere e-mail Sparkasse, è necessario spostare il messaggio nella cartella spam senza rispondere. Se non sei sicuro, puoi in alternativa chiamare l’assistenza clienti Sparkasse e fare domande.

DKB

Anche i clienti della DKB stanno attualmente ricevendo un’e-mail con la richiesta di aggiornare il proprio profilo. In termini di contenuto, qui si dice che il destinatario ha il suo credito o carta di debito dopo il 12 gennaio 2023. Deve controllare se il suo sistema di sicurezza è attivo. Per fare ciò, deve confermare i suoi dati personali e la carta di debito. L’aggiornamento dovrebbe avvenire di nuovo tramite un collegamento memorizzato. Lo stesso vale qui: non fare mai clic sul collegamento memorizzato, ma inserire invece l’e-mail nella cartella spam.

Postbank e ING

Le email di Postbank e ING sembrano provenire dalla stessa penna. Ciò è indicato dall’aspetto minimalista e in parte antiquato e dalla struttura taciturna. In entrambi i casi, le presunte banche affermano che il destinatario ha nuove informazioni urgenti o un messaggio nella sua posta Cassetta postale. Pertanto, ha dovuto registrarsi tramite un collegamento memorizzato per poterlo visualizzare. Nel caso della presunta e-mail di Postbank, tuttavia, i criminali informatici sono un po’ più furbi e inviano un testo di collegamento per un URL. Il testo di un collegamento è scritto sotto forma di URL, ma il vero URL ad esso collegato porta a una pagina completamente diversa. Ad esempio, se fai clic su https://meine.postbank.denon finirai sul sito di Postbank, ma sulla nostra guida al phishing.

READ
Strategia di Mercedes-Benz: con puro lusso per più profitto

Amazzonia

Sebbene la maggior parte delle e-mail di phishing vengano inviate per conto di banche diverse, anche altri servizi possono essere interessati. Gli utenti di Amazon, ad esempio, si trovano attualmente di fronte a un’e-mail di phishing convincente sia visivamente che in termini di contenuto. Vengono informati che le loro carte di debito non possono essere addebitate a causa di un problema. Pertanto, i loro vantaggi associativi sono attualmente sospesi. Fortunatamente, basta aggiornare le informazioni sulla carta per risolvere il problema. Naturalmente, tramite un collegamento memorizzato nell’e-mail. Contatto diretto con il cliente? nessuno.

Source link