Critiche al blocco del grano: Selenskyj: più di 100 navi sono bloccate sul Bosforo

Critiche al blocco del grano
Selenskyj: Più di 100 navi sono bloccate sul Bosforo

Con un accordo, Russia e Ucraina vogliono garantire la consegna del grano. Secondo Zelenskyj, però, l’accordo è sventato dalla parte russa. Per molti paesi, ciò significa instabilità sociale dovuta alle fluttuazioni dell’approvvigionamento alimentare.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha denunciato un blocco in corso delle spedizioni di grano da parte della Russia. Più di 100 navi sul Bosforo in Turchia non sono attualmente in grado di continuare il loro viaggio perché i rappresentanti russi hanno rifiutato le ispezioni congiunte concordate, ha detto Zelensky in un videomessaggio a una conferenza internazionale dei ministri dell’agricoltura a Berlino. Le navi sarebbero state trattenute “per settimane”, ha criticato.

A luglio è stato firmato un accordo, mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia, per consentire l’esportazione sicura di grano ucraino attraverso un corridoio protettivo nel Mar Nero. Questo accordo è stato prorogato di quattro mesi a novembre. Prevede ispezioni congiunte del carico dei trasportatori di cereali da parte di rappresentanti delle Nazioni Unite, della Turchia, della Russia e dell’Ucraina.

Nel suo messaggio, Zelenskyy ha elogiato il fatto che l’accordo “ha riportato sul mercato mondiale milioni di tonnellate di prodotti ucraini”. Tuttavia, a causa della continuazione della guerra di aggressione russa e dei blocchi russi, il volume delle esportazioni alimentari ucraine è ancora la metà inferiore rispetto a prima della guerra, quando il volume totale di queste esportazioni era di 6,5 milioni di tonnellate al mese. Ciò sta causando la perdita di scorte alimentari di almeno 200 milioni di persone in Africa, Asia ed Europa, ha proseguito il presidente ucraino. Ha fatto appello alla comunità internazionale affinché servano “più determinazione e più cooperazione per fermare l’aggressione che sta rovinando il mercato alimentare”.

Senza nominare il presidente russo Vladimir Putin, Zelenskyj ha aggiunto che la comunità internazionale deve “ritenere responsabile qualsiasi tiranno che cerchi di trasformare la fame in uno strumento di influenza politica”. I capi di dipartimento di oltre 70 paesi dovevano partecipare alla conferenza dei ministri dell’agricoltura questo sabato a Berlino. La conferenza si è tenuta in occasione della fiera agricola Green Week.

Source link

READ
Live ticker per i midterm: +++ 14:50 ex consigliere: la notte mostra che Trump non dovrebbe essere un candidato presidenziale +++