Musk dovrebbe pagare gli esperti con cui Twitter lo ha costretto a subentrare – e rifiuta

Due milioni di dollari aperti
Uno studio legale ha contribuito a garantire l’accordo da un miliardo di euro di Twitter con Musk. Ora non vuole pagare per questo

Il CEO di Tesla Elon Musk all'inaugurazione della Tesla Gigafactory a Grünheide lo scorso marzo

Elon Musk all’inaugurazione della Tesla Gigafactory a Grünheide lo scorso marzo. In futuro potrebbe dare in altre mani il ruolo di amministratore delegato dell’azienda di auto elettriche.

© Momenti politici / Imago Images

Elon Musk ha cercato di difendersi dalla sua acquisizione di Twitter fino all’ultimo momento. Ma con l’aiuto di esperti legali, il servizio di messaggi brevi è stato finalmente in grado di affermarsi. Ora la stessa società di consulenza sta facendo causa a Musk.

Per settimane sono Elon Musk e il suo nuovo acquisto Twitter ha sempre fatto notizia. Dai licenziamenti di massa allo stile di gestione irregolare alle difficoltà finanziarie, la gestione del servizio di messaggi brevi da parte di Musk fornisce sempre nuovi argomenti di conversazione. Quindi è facile dimenticare che il caos è iniziato prima dell’acquisizione. Ora Musk si sta rimettendo al passo con la disputa che è stata effettivamente risolta.

Il consulente legale Charles River Associates (CRA) ha intentato una causa contro Twitter a Boston giovedì, secondo diversi media statunitensi. Lo studio legale accusa la società di non aver pagato le consulenze legali fornite. “Twitter ha violato quel contratto non pagando i benefici”, dice la causa. In totale si tratta di circa 2,19 milioni di dollari (circa 2 milioni di euro). Il dettaglio piccante: la consultazione riguardava la questione se Elon Musk dovesse acquistare Twitter o meno.

Si dice che Musk stia pagando consigli contro se stesso

quel muschio Cinguettio avrebbe effettivamente preso il sopravvento era tutt’altro che chiaro solo pochi giorni prima. Dopo una prima manifestazione di interesse in primavera, il fondatore di Tesla e l’ex dirigenza hanno rapidamente concordato i termini dell’acquisizione. Ma Musk ha cambiato idea. E ha cercato di trovare una via d’uscita dall’accordo. Alla fine, è stato condannato da un tribunale a chiudere l’affare. E per mettere sul tavolo i 44 miliardi di dollari concordati, che anche gli osservatori neutrali ora considerano un prezzo di acquisto decisamente troppo alto.

Lo studio legale, in particolare il professore di diritto Mark Zmijewski che vi lavora, aveva sostenuto Twitter nella decisione. La causa ora spiega che CRA ha contribuito al lavoro di ricerca e analisi, ha ottenuto ulteriori pareri di esperti e ha consigliato l’ufficio legale di Twitter sulla preparazione del rapporto di contronotifica. Inoltre, Zmijewski ha testimoniato come esperto del processo.

Tuttavia, nessuno dei servizi fatturati a Twitter è stato pagato. Si dice che il servizio di messaggi brevi non abbia nemmeno utilizzato le opzioni legali per opporsi alle fatture. Secondo lo studio legale, sono stati semplicemente ignorati. Questo potrebbe ora essere costoso: CRA richiede non solo l’importo fatturato, ma anche un risarcimento. Nel complesso, lo studio legale vuole citare in giudizio per il doppio o il triplo dell’importo dei crediti insoluti.

Non è la prima bolletta non pagata

Anche se ora si può avere l’impressione che Musk non voglia pagare per gli avvocati che gli hanno portato l’acquisto da 44 miliardi di dollari: è tutt’altro che certo che il nuovo proprietario di Twitter sia a conoscenza dei conti. Tuttavia, il fatto che non siano stati pagati potrebbe avere qualcosa a che fare con le istruzioni di Musk. Perché Twitter è finanziariamente molto peggio sotto Musk rispetto a prima (Scopri di più qui), Musk ha dovuto prendere misure drastiche. Oltre ai licenziamenti di massa, ha fatto affidamento anche su una strategia legalmente discutibile: e ha incaricato il dipartimento delle finanze semplicemente di non pagare le bollette per il viaggio, la consulenza legale e persino l’affitto (saperne di più qui).

Le conseguenze dovrebbero raggiungere sempre più Musk nelle prossime settimane. Non solo sono sempre di più le aziende che si lamentano delle richieste di pagamento non pagate oltre al CRA. Anche Twitter ha perso un quarto delle sue entrate previste nel primo trimestre sotto Musk. Musk a quanto pare aveva già temuto qualcosa di simile: già a novembre…

Source link

READ
Nike in calo: Wall Street è volatile a fine settimana