Falsificazione di conti: Rigore duro contro la Juventus Torino

Stato: 21/01/2023 13:26

Punizione severa contro la Juventus Torino: ai campioni d’Italia del record di calcio vengono sottratti 15 punti nella stagione in corso di Serie A per frode contabile. Lo ha deciso il tribunale sportivo della FIGC.

L’ex presidente della Juve Andrea Agnelli è stato bandito da ogni attività nel calcio italiano per due anni.

Foto: Alfredo Falcone/LaPresse/AP/dpa

L’ex iridato avrebbe barato sui bilanci e quindi avrebbe avuto più soldi a disposizione per le cessioni – i giudici sportivi sono andati anche oltre con la penalizzazione rispetto ai nove punti di decurtazione chiesti dal procuratore capo Giuseppe Chinè.

La Juventus può impugnare il verdetto al CONI, che il club ha immediatamente comunicato. I torinesi hanno anche chiesto la “pubblicazione delle motivazioni” del verdetto dell’associazione.

Attribuire deliberatamente valori di mercato errati ai giocatori

Se la penalità persiste, i torinesi hanno poche possibilità di approdare in campionato su un posto in classifica che gli dia diritto a partecipare alle gare di Coppa dei Campioni. Venerdì sera (20/01/2023) i media italiani hanno scritto all’unanimità di un “verdetto a martello”.

In questo caso, si tratta di valutazioni fittizie dei giocatori. I torinesi sono accusati di aver attribuito deliberatamente falsi valori di mercato ad alcuni professionisti in passato – solo nel 2018, 2019 e 2020 il bilancio del club sarebbe stato imbiancato per oltre 100 milioni di euro.

Il tribunale sportivo della Figc aveva già assolto la Juve e le altre società per queste accuse, ma il procedimento è stato ripreso per nuovi rilievi della Procura. Gli altri club ora – a differenza della Juventus – sono stati nuovamente assolti.

READ
Il capo della BVB Kehl parla delle accuse contro Nico Schulz

Sanzioni individuali per ex dirigenti di club

Oltre alla detrazione di punti, anche gli ex dirigenti del club sono stati puniti individualmente. L’ex presidente Andrea Agnelli, ad esempio, è stato interdetto da ogni attività nel calcio italiano per due anni e l’ex vicepresidente Pavel Nedved per otto mesi. L’ex amministratore delegato Fabio Paratici è stato addirittura sospeso per 30 mesi.

Il tribunale chiederà che i divieti siano estesi alle competizioni europee e internazionali. La cosa potrebbe colpire in particolare Paratici, direttore sportivo del Tottenham Hotspur in Inghilterra dal 2021. Agnelli e Nedved si erano comunque già ufficialmente dimessi.

Procedimento per sospetta frode contabile

L’accusa di falso…

Source link