In che modo l’ora della TV influisce sul rischio di malattie cardiache

Ridurre la quantità di tempo che si guarda la televisione a un’ora o meno al giorno riduce significativamente il rischio di malattie cardiache, rileva un nuovo studio, indipendentemente dalla genetica.

Un team di ricercatori delle Università di Cambridge e Hong Kong ha scoperto che troppa televisione aumenta il rischio di malattie cardiache. La malattia coronarica è una delle principali cause di morte nel mondo. Si stima che un uomo su otto e una donna su 15 moriranno a causa della malattia. Nel loro attuale studio, che è stato ora pubblicato sulla rivista specializzata “BMC Medicine”, i ricercatori coinvolti descrivono che la semplice riduzione del tempo che si guarda la televisione ogni giorno può proteggere dalle malattie cardiache e possibilmente salvare vite umane.

Dati di oltre 500.000 adulti esaminati

Utilizzando i dati della biobanca britannica, che comprende oltre 500.000 adulti, i ricercatori hanno esaminato la connessione tra l’uso dello schermo (TV e computer) e la rispettiva predisposizione genetica, che può promuovere lo sviluppo di malattie cardiache. Ci sono più di 300 varianti genetiche che sono note per avere questo. Allo stesso tempo si applica mancanza di esercizio anche un importante fattore di rischio. Sulla base dei risultati, il team di scienziati ha creato punteggi di rischio poligenico per ogni persona. Più alto è il valore di rischio, più è probabile che si sviluppi una malattia coronarica nel corso della vita.

Interessante anche: Brucia calorie guardando il calcio? Corre!

Guardare la TV per quattro ore o più rappresenta il maggior rischio di malattie cardiache

Coloro che guardavano la televisione per più di quattro ore al giorno erano a più alto rischio di contrarre la malattia. Indipendentemente dal loro rischio genetico. Le persone che hanno lasciato la TV accesa per tre o quattro ore avevano un rischio inferiore del 6%. Guardare la TV per un’ora o meno significava un rischio inferiore del 16% di malattie cardiache. Secondo i ricercatori coinvolti, l’11% di tutti i casi potrebbe essere prevenuto saltando in gran parte la televisione.

READ
Carenza di D - Un'assunzione artificiale può danneggiare enormemente la salute

Interessante anche: 7 cibi per un cuore più sano

Il tempo libero trascorso al PC non aumenta il rischio

“Il nostro studio fornisce informazioni uniche sul possibile ruolo che la limitazione della visione televisiva può avere nella prevenzione della malattia coronarica”, ha affermato l’autore dello studio, il dott. Youngwon Kim in una dichiarazione universitaria.2 “Le persone che guardano la TV per meno di un’ora al giorno hanno meno probabilità di sviluppare la malattia, indipendentemente dal loro rischio genetico.” È interessante notare che questa scoperta si applica solo al consumo della TV. Le persone che preferiscono trascorrere il loro tempo libero al computer non corrono rischi maggiori.

Interessante anche: L’uso dei media a letto può anche essere utile per dormire se…

Perché la TV fa male al cuore e l’uso del computer non lo è

Ci sono diverse possibili ragioni per cui la televisione fa male al cuore, ma l’uso del computer sembra non esserlo, spiega il team: “La televisione di solito avviene la sera dopo cena. Di solito è il nostro pasto più calorico che porta a livelli più elevati di glucosio e lipidi come il colesterolo nel sangue. Spesso si fa anche più spuntini mentre si guarda la TV rispetto, ad esempio, alla navigazione in Internet. Dopotutto, la maggior parte delle persone si siede inconsapevolmente davanti alla TV per troppo tempo”. Stare seduti a lungo è e rimane un fattore di rischio, ma la dieta povera che di solito va di pari passo con una serata davanti alla TV sembra essere il fattore decisivo.

Fonti

READ
Ora dovresti fare affidamento su questi 4 snack sani

Source link