L’ex ministro della Corona Hipkins diventa il nuovo primo ministro della Nuova Zelanda

Aggiornato il 21/01/2023 08:41

  • L’ex ministro neozelandese per la lotta alla pandemia di Corona diventerà il nuovo primo ministro del paese.
  • Sabato il partito laburista al governo ha nominato il 44enne Chris Hipkins come unico candidato a succedere al primo ministro uscente Jacinda Ardern come leader del partito.

Altre ultime notizie

La sua conferma in una riunione della leadership del partito domenica è considerata una formalità. Il leader laburista diventa automaticamente Primo Ministro. Ardern ha sorprendentemente annunciato le sue dimissioni giovedì.

Hipkins vuole “fare le cose”

In una prima reazione alla sua nomina, Hipkins ha detto di considerarsi “abbastanza decisivo” e “può fare le cose”. La prospettiva del suo nuovo incarico lo rende “energico ed entusiasta”. Era anche ottimista riguardo alle elezioni parlamentari di ottobre. Nei sondaggi, tuttavia, i laburisti sono in ritardo rispetto all’aumento del costo della vita, alla povertà e agli alti tassi di criminalità.

Hipkins aveva ricevuto elogi per il suo periodo di quasi due anni come ministro della Corona. Il paese ha riaperto completamente i suoi confini solo nell’agosto dello scorso anno. Hipkins è attualmente responsabile dei dipartimenti dell’istruzione e della polizia nel gabinetto. È stato membro del Parlamento a Wellington per un totale di 14 anni.

Ardern ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni

Dopo più di cinque anni a capo del governo, Ardern ha annunciato le sue dimissioni giovedì entro il 7 febbraio al più tardi. La 42enne ha spiegato che le mancava la forza per più anni in carica.

Ardern è stato eletto Primo Ministro nel 2017. È stata confermata in questa carica alle elezioni parlamentari dell’ottobre 2020 e ha ottenuto una storica vittoria elettorale. In tutti i suoi anni di governo, la carismatica politica si è fatta un nome, soprattutto per la sua sensibile gestione delle crisi.
© Afp

Source link

READ
L'uragano "Ian" colpisce gli USA: il ciclone si rafforza di nuovo