Sette sintomi importanti per la diagnosi

  1. Pagina iniziale
  2. vita
  3. Salute

Creato:

Da: Judith Braun

In un fegato grasso, le cellule del fegato diventano grasse. A causa di sintomi non specifici, i medici spesso lo scoprono solo per caso.

Il fegato grasso è una malattia comune nelle nazioni industrializzate. In Germania, ad esempio, un adulto su tre e un bambino in sovrappeso su tre soffre di fegato grasso non causato dall’abuso di alcol. I medici distinguono tra steatosi epatica alcolica, AFLD (malattia del fegato grasso alcolico) e steatosi epatica non alcolica, NAFLD (malattia del fegato grasso non alcolico). Tuttavia, la distinzione non può sempre essere fatta in modo chiaro, poiché quest’ultima di solito deriva da una combinazione di diverse cause, come una cattiva alimentazione, la mancanza di esercizio fisico e un consumo eccessivo di alcol. In molte delle persone colpite, anche il fegato diventa grasso per un periodo di tempo più lungo senza che se ne accorgano. Tuttavia, se le dimensioni e la gravità del fegato aumentano, ciò si riflette solitamente in diversi sintomi non specifici.

24vita.de rivela quali sintomi possono indicare il fegato grasso.

Sebbene gli alcoldipendenti e gli adulti gravemente in sovrappeso siano tra i principali gruppi a rischio, anche i bambini e gli adolescenti sviluppano sempre più il fegato grasso. Si parla di steatosi epatica quando più del 50 per cento delle cellule epatiche sono affette da degenerazione grassa. Cinque fattori di rischio possono anche favorire il fegato grasso. Oltre alla dieta sbagliata, questo include anche il diabete, per esempio. Secondo le informazioni sul sito web ufficiale dell’Ospedale universitario di Zurigo, la malattia viene solitamente scoperta per caso durante gli esami effettuati per altri motivi. Ciò è spesso dovuto ai sintomi piuttosto aspecifici che il fegato grasso può scatenare.

READ
Ecco come ottenere gambe snelle!

Questo articolo contiene solo informazioni generali sul rispettivo argomento di salute e non è quindi destinato all’autodiagnosi, al trattamento o ai farmaci. Non sostituisce in alcun modo una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri redattori non sono autorizzati a rispondere a domande individuali sui quadri clinici.

Source link