Il tribunale revoca il permesso del burkinis


Il burkini nelle piscine pubbliche: una questione importante
Immagine: dpa

Proprio la scorsa settimana, dopo dibattiti controversi, il consiglio comunale di Grenoble ha consentito di indossare costumi da bagno per tutto il corpo nelle piscine. Un tribunale amministrativo ha ora ribaltato la decisione.

ein tribunale amministrativo ha consentito costumi da bagno per tutto il corpo musulmani nella città francese Grenoble ribaltato su iniziativa del governo. Il ministro dell’Interno Gérald Darmanin ha parlato di “ottima notizia” mercoledì sera. Dopo la causa da lui avviata, la decisione del consiglio comunale di Grenoble di consentire il cosiddetto burkini nelle piscine cittadine è stata sospesa. Darmanin aveva incaricato il prefetto locale di intraprendere un’azione legale contro il controverso nuovo regolamento.

Dieci giorni fa, dopo un controverso dibattito, il consiglio comunale di Grenoble ha votato a maggioranza ristretta per modificare il regolamento delle piscine. In futuro, il burkini e il nuoto a torso nudo dovrebbero essere consentiti anche nei bagni pubblici della città. In precedenza c’erano stati accesi dibattiti sull’argomento in Francia.

La Francia si considera un paese laico in cui esiste una netta separazione tra stato e religione. Il trattamento dei simboli religiosi in pubblico ha ripetutamente suscitato polemiche, soprattutto in connessione con l’Islam.

Source link

READ
Al test missilistico: il dittatore nordcoreano Kim Jong-un mostra sua figlia per la prima volta! | politica